Albenga, demoliti 15 mezzi tra auto e motocicli sequestrati

Albenga. Questa mattina, presso il deposito veicoli sequestrati del comune situato all’interno della Caserma Turinetto, sono state demolite una quindicina tra auto e moto, nella maggior parte dei casi abbandonati a seguito di sinistri o perché privi di copertura assicurativa, un’operazione coordinata dai responsabili dell’Ufficio sequestri amministrativi e penali della P.M. l’Ispettore capo Massano e l’Ispettore Sansalone.

Spiega il consigliere con delega alla polizia municipale Manlio Boscaglia: “grazie all’impegno dell’amministrazione Cangiano, da circa un anno abbiamo creato all’interno della Caserma Turinetto un’area adibita a depositeria dei veicoli posti sotto sequestro. La scelta ci consente di ottenere un abbattimento dei costi con un risparmio che si aggira tra i trenta ai quarantamila euro annui , somme che restano quindi all’interno delle casse comunali da dedicare ad altri interventi sul territorio”.

“I veicoli recuperati e in buono stato – prosegue il consigliere Boscaglia – sono dati in affidamento ad una Ditta individuata dalla Prefettura. Oggi i veicoli, tra auto e moto saranno demoliti a titolo gratuito da una ditta specializzata nel recupero dei materiali consentendo a noi di non spendere somma alcuna. Presumibilmente a causa della crisi da inizio anno ad oggi sono state già sequestrate 15 auto, i cittadini anziché procedere alla loro demolizione le hanno abbandonati , incorrendo in una sanzione ai sensi all’art. 193 del Codice della strada che è pari a 850 euro , non ottemperando in seguito a riprendere l’auto posta sotto sequestro. A conclusione dell’iter i veicoli saranno demoliti, come quelli di questa mattina. Questa operazione consente di eliminare dalle strade veicoli che spesso, data la loro vetustà, sono da considerarsi rifiuti speciali e che spesso vengono usati anche per scopi diversi”, conclude Manlio Boscaglia.