Musica per la Vecchia (e nuova) Albenga: i Birkin Tree in concerto all’Ambra

di Paolo Almanzi – Come da tradizione la “Veggia Arbenga” organizza un concerto benaugurate per l’inizio dell’anno. Questa volta ad esibirsi domani, giovedì 5 gennaio, al Teatro Ambra di Albenga (inizio alle ore 21) saranno i Birkin Tree.

Il gruppo è formato da Laura Torterolo (voce), Fabio Rinaudo (uillean pipes e whistles), Michel Balatti (flauto traverso irlandese), Fabio Biale (violino e bodhran) e Claudio De Angeli (chitarra).
“Anche quest’anno – ci ha spiegato Marisa Scola, presidente dell’ ssociazione Vecchia Albenga- il nostro sodalizio organizza il consueto concerto gratuito di inizio anno all’ Ambra. Abbiamo scelto un valido e noto gruppo che è tra i più importanti esponenti italiani della musica tradizionale anglosassone: i Birkin Tree”.

Il gruppo (guidato dalla voce di Laura Torterolo) presenterà un concerto dedicato al ricco repertorio delle isole Britanniche. In programma canti e melodie famose legate al tema del Natale appartenenti alla tradizione Irlandese e Scozzese. Il concerto dal titolo: “Armonia di note-concerto di inizio anno” è organizzato in collaborazione con il Comune di Albenga.
“Ancora oggi – dice Fabio Biale- in Irlanda molti dei canti legati al periodo delle festività sono espressi sia da profonda gioia sia da quella melanconia che caratterizza sempre la fine dei momenti più attesi”.

Le canzoni che verranno presentate affondano le radici nel grande lascito di composizioni che, a partire dal XVII secolo , sono state arricchite e tramandate sino ai nostri giorni .
“Oltre al repertorio strettamente natalizio- spiega Laura Torterolo- presenteremo brani legati alla grande tradizione strumentali delle terre celtiche”.

Il percorso proposto dai Birkin Tree verterà su uno stretto dialogo musicale in bilico tra virtuosismo e pathos, alla scoperta degli affascinanti paesaggi sonori della musica irlandese.
“Presenteremo anche – aggiunge Fabio Rinaudo- antiche e struggenti ballate e gli spettatori potranno anche godere del ritmo e dell’energia della letteratura musicale dedicata al repertorio da danza”.

I brani strumentali provengono dal vasto ed antico repertorio legato al violino, alla uilleann pipes ed al flauto traverso, sicuramente tra i più importanti strumenti della tradizione irlandese.
“Anche questa volta- conclude la Scola- abbiamo scelto per il nostro concerto un gruppo importante che, siamo sicuri, potrà allietare tutti coloro che verranno ad ascoltarli”.