Natale a Verezzi: continuano gli appuntamenti tra i presepi delle borgate

Presepi a Verezzi prosegue fino all’8 gennaio 2017. Rispetto ai presepi presenti all’inaugurazione, se ne sono aggiunti altri venti e sono diventati in totale circa una sessantina distribuiti tra le quattro borgate. Vivere Verezzi organizza, nell’ambito della manifestazione, due appuntamenti natalizi: il primo il 24 dicembre ed il secondo a Santo Stefano.

Il 24 dicembre è prevista la tradizionale fiaccolata di Natale tra i presepi, con partenza dalla borgata Crosa alle 22.30 ed arrivo presso la chiesa di San Martino, dove alle ore 23.00 sarà celebrata la Santa Messa.

A Natale tour guidato dei presepi a cura dell’Associazione Ariaperta. Partenza da piazza Sant’Agostino alle ore 17.00. Si consigliano abbigliamento comodo, scarpe da trekking e torce. Al termine del tour merenda presso l’osteria La rosa dei venti.

A Santo Stefano Vivere Verezzi organizza un reading di poesie natalizie, a cura dell’Associazione culturale Il Gatto Certosino di Genova e dell’Associazione teatrale I ragazzi del Chàos di Pietra Ligure. L’appuntamento è presso la chiesetta di Sant’Agostino a Verezzi, presso l’omonima piazza del teatro, alle ore 17.00. Il programma prevede poesie di Gilbert Keith Chesterton, Arthur Rimbaud, Umberto Saba, Giuseppe Ungaretti, Salvatore Quasimodo, Gianni Rodari, Guido Zavanone, Margherita Faustini, Rosa Elisa Giangoia, Isa Morando.

Al termine del momento culturale cioccolata calda e torta addolciranno il pomeriggio verezzino.

Le associazioni coinvolte

Il Gatto Certosino

Nata nel 2009 con lo scopo primario di promuovere la lettura, ha assunto negli anni una più precisa configurazione organizzativa. Il nome è stato scelto in omaggio e per gratitudine all’infaticabile cacciatore di topi nelle biblioteche dei conventi, che ha salvato dalla distruzione, nei secoli, codici, manoscritti, libri rari.

L’Associazione riunisce scrittori, poeti, critici – ed anche semplicemente appassionati di libri e di letture – dell’ambiente genovese e ligure, con apertura ad altre associazioni attive sul territorio nazionale. Organizza incontri, presentazioni di libri, tavole rotonde, convegni, sempre improntati allo spirito di reciproca amicizia che ne ha connotato la nascita.
Presidente dell’Associazione è dal 2009 Rosa Elisa Giangoia, insegnante, scrittrice e saggista.

I ragazzi del Chàos

L’associazione “I Ragazzi del Chàos”, che ha tra i suoi più stretti collaboratori Maximilian Nisi, nasce e si basa su tre elementi: i giovani, il teatro, il territorio.
La scommessa è quella di creare un nucleo di ricerca teatrale ed artistica in cui i ragazzi di età adolescenziale e post adolescenziale svolgano un ruolo centrale sia nella scelta dei progetti, sia nella loro organizzazione e realizzazione, con la sola supervisione di artisti di grande pregio e competenza professionale. Attraverso la propria rete sociale e le collaborazioni con gli enti territoriali, e le altre associazioni presenti sul territorio, l’associazione vuole garantire l’accesso a basso costo a esperienze di elevata qualità artistica per tutti i giovani che vogliano sviluppare la propria passione per il teatro e l’arte, in un ambiente libero, egualitario e accogliente.

Le attività di organizzazione, l’autogestione del gruppo, la proposta di progetti, la ricerca di testi e la loro analisi, la scelta di tematiche, la responsabilità nel processo di sviluppo e realizzazione dell’opera, saranno infatti portate avanti in prima persona dai ragazzi e, oltre a renderli maggiormente partecipi dell’opera e a stimolare la loro passione per il progetto, saranno un importante bagaglio esperienziale e di crescita.
Inoltre, non va dimenticato il carattere formativo della pratica teatrale stessa, che attraverso un’attività ludico-artistica sviluppa le capacità relazionali, il senso di responsabilità, l’attenzione, l’ascolto, l’empatia, l’analisi emotiva, la coordinazione motoria e fornisce nuove modalità di approccio alla letteratura.
Presidente dell’Associazione è la dinamica ed eclettica Cristina Ferrazzi.