Andora, un manto in erba sintetica per il campo da calcio di via Marco Polo

Andora. Un manto di erba sintetica al posto della terra e del ghiaino: il progetto per la trasformazione del campo da calcio di via Marco Polo ad Andora, promosso dall’Unione dei Comuni Valmerula e Montarosio, è stato giudicato idoneo ad ottenere un finanziamento di 630mila euro da parte del Credito Sportivo. La banca pubblica a sostegno dello sport aveva indetto il bando Sport Missione Comune riservato agli enti locali.

I lavori potrebbero iniziare la prossima estate e dare un campo funzionale  e moderno ai 150 piccoli e grandi atleti che ogni anno calcano il rettangolo di gioco di Andora.

“Grazie al Credito Sportivo e all’Unione, l’Amministrazione “Andora Più” può dare seguito al programma presentato agli elettori – dichiara il Vice Sindaco Assessore allo sport e ai lavori pubblici Paolo Rossi – Verrà sostituito il vecchio fondo in terra del campo di via Marco Polo con un manto moderno di erba sintetica che realizziamo per far giocare i nostri bambini in una struttura adeguata alle loro esigenze. Dopo 20 anni dalla sua realizzazione, il campo avrà quindi un tappeto verde, soffice e al passo con i tempi,  idoneo alle esigenze della tradizione calcistica andorese, che risolve inoltre la problematica delle nubi di polvere alzate nei giorni di vento in pieno centro paese. Questo è l’ultimo in ordine cronologico di una serie di interventi realizzati sia nella strutture sportive che in quelle scolastiche come l’ammodernamento della pista di pattinaggio, i nuovi impianti idraulici e elettrici del palazzetto dello sport ed il rinnovamento del campetto/giardino della scuole di via Cavour. Lo sport continua così ad essere al centro delle politiche di sviluppo di Andora”.

Soddisfazione è stata espressa anche dal Presidente dell’Andora Calcio Paolo Morelli.

“La trasformazione del campo da calcio era uno degli obiettivi del mio mandato da presidente perché quello di Andora era uno degli ultimi campi in zona a non offrire condizioni ideali di gioco  – ha dichiarato Paolo Morelli – Siamo contenti di poter pensare di iniziare il prossimo campionato sull’erba sintetica e siamo certi che un campo più moderno richiamerà ad Andora molti ragazzi che hanno scelto di allenarsi fuori”