Basket Promozione, avvincenti partite per i giovani della Pallacanestro Alassio

Due partite tiratissime per la giovane Prima Squadra maschile della Pallacanestro Alassio che porta a casa un bilancio in perfetta parità: vittoria casalinga con Olimpia Taggia e sconfitta di misura con la capolista Maremola.

La partita casalinga con Taggia, davanti a un Pala Ravizza con un folto pubblico, ha visto i gialloblu chiudere il primo quarto in equilibrio ed allungare portandosi all’intervallo lungo avanti 37-27. Nel terzo quarto salgono i toni dell’incontro ma Alassio riesce a restare avanti fino agli ultimi dieci minuti dove si susseguono le emozioni ma i ragazzi alassini, pur molto giovani, riescono a contenere l’esperta squadra imperiese fino al 62-58 finale.

“E’ stata una partita difficile, a tratti nervosa ma non da parte dei nostri giocatori in campo che hanno mantenuto calma e concentrazione. Partite come questa, davanti a una forte compagine avversaria, non può che farci crescere e questo è il nostro obiettivo. Al Taggia mancava capitan Sartore e sappiamo fin da ora che il ritorno sarà ancora più difficile però è una bella sensazione sapere che a inizio anno eravamo considerati una vittima sacrificale perché squadra molto giovane ed ora invece stiamo, pian piano, acquistando il rispetto da parte di tutti”

Pall. Alassio 62 – Olimpia Taggia 58 (15-16; 37-27; 48-44)

Pall. Alassio: Cremonte, Mana, Barbaria, Gandini 20, Dorindo 4, Scaletti, Pisano 11, Radici 11, Gelmini 13, Soares Pires 2. All. Cacace – Ciravegna

Olimpia Taggia: Zunino 9, Carassale, Franchi 7, Coloberti 2, Formica 10, Baudino 2, Gilardino 12, Blasetta 13, Volpe, Di Benedetto 3. All: Ottaviani.

A Pietra Ligure si affrontavano le due squadre ancora senza sconfitte, da una parte l’esperta e favorita squadra di casa, dall’altra la giovanissima Pallacanestro Alassio imbottita di giovani con il prezioso aiuto dei senior per scelta societaria.

In un palazzetto gremito sia di tifosi di casa che ospiti le formazioni hanno dato vita ad un incontro equilibrato e all’insegna della correttezza nonostante il giusto clima agonistico tra due squadre che hanno dimostrato il proprio valore.

Parte leggermente meglio l’Alassio che chiude il primo quarto avanti di uno ma il Maremola non ci sta, recupera e va all’intervallo in parità sul 29-29 nonostante il tentativo di allungo alassino. Nel terzo quarto è Maremola ad allungare, si porta a più sei ma nell’ultimo periodo l’Alassio non ci sta, pareggia i conti sul 59-59 ma a pochi secondi dalla fine Ottone trova, dai 5 metri il 61-59 che resterà invariato nonostante il tentativo di trila di Revetria allo scadere.

“Abbiamo fatto una bella partita e se non fosse per la nostra scarsa percentuale ai liberi chissà come sarebbe andata. All’inizio della stagione eravamo un po’ timorosi ad affrontare un campionato senior ma ora siamo contenti e orgogliosi della scelta fatta. Oggi ha debuttato un altro prodotto del nostro vivaio, il 2000 Juni Ballestra che ha tenuto ottimamente il campo per più di 15 minuti. Se contiamo che davanti avevamo una squadra interamente senior e noi avevamo ben sei under sui dieci convocati non possiamo che essere contenti della scelta”.

Maremola 61 – Pall. Alassio59 (15-16; 29-29; 49-43)

Maremola: Minazzo 3, Serafini 7, Bellato 7, Casto 1, Beltramo 6, Grimaldi 10, Schiappacasse 4, Ottone 23, Orlandi, Zeri. All. Taverna

Alassio: Cremonte, Mana, Gandini 18, Dorindo 10, Scaletti 1, Radici 4, Gelmini 10, Revetria 1, Soares Pires 15. All. Cacace-Devia-Ciravegna