Rossetti: “la giunta Toti firmi la convenzione coi vigili del fuoco”

Rossetti: “la giunta Toti firmi la convenzione coi vigili del fuoco”. La replica dell’assessore regionale all’Agricoltura Stefano Mai e l’intervento de Conapo |

«L’allarme che il Pd aveva lanciato a settembre alla Giunta Toti sul tema degli incendi boschivi è caduto nel vuoto. E ora veniamo a sapere dai vigili del fuoco che Liguria, Lombardia e Piemonte hanno firmato una convenzione in materia che taglia letteralmente fuori i pompieri, affidando il servizio al corpo forestale. Una scelta che giudichiamo profondamente sbagliata, anche per la conformazione territoriale della Liguria».

Cosi dichiara Pippo Rossetti, consigliere regionale Pd Liguria. «Come ci spiegano i sindacati dei vigili del fuoco – prosegue Rossetti –, infatti, quasi tutti gli incendi boschivi che si sviluppano nella nostra regione sono di “interfaccia” e cioè minacciano o mettono in pericolo persone, case, attività industriali, linee aeree, fauna e servizi vari. Quindi, per la legge, sono di competenza dei vigili del fuoco. Negando però questa convenzione, che assegna ai pompieri risorse regionali e quindi uomini in più, la Giunta Toti commette due errori. Prima di tutto non tiene conto del fatto che i vigili del fuoco abbiano una preparazione superiore ad altri in materia e possano garantire un intervento più rapido e specifico. E in seconda battuta, visto che poi i pompieri saranno comunque chiamati a spegnare l’incendio, a fronte di organici sempre più risicati, saranno costretti a lasciare scoperte altre emergenze. Insomma un rischio per tutti i cittadini, oltreché uno schiaffo a un Corpo nazionale già penalizzato in termini economici, di organico e di attrezzatura, nonostante il grande lavoro che svolge ogni giorno».

«La Giunta Toti torni sui propri passi e firmi la convenzione coi vigili del fuoco. Il governo Renzi, dopo tanti esecutivi sordi a queste problematiche, sta facendo la sua parte, dal riconoscimento degli 80 euro una tantum destinati al Comparto Sicurezza fino alle promesse di risorse per il rinnovo di mezzi e attrezzature e per aumentare gli stipendi, nel tentativo di limitare il divario economico sofferto dai VVF nei confronti degli altri Corpi a ordinamento civile. Per non parlare poi delle innumerevoli attestazioni di stima ricevute in occasione del tragico sisma che ha colpito l’Italia centrale e che si tradurranno, il mese prossimo, con il conferimento, da parte del presidente della Repubblica Mattarella, dell’ennesima medaglia d’Oro al Valore alla bandiera dei vigili del fuoco. E così mentre lo Stato inizia ad andare nella direzione giusta, ci sembra davvero singolare che la Regione Liguria dimostri, invece, così scarsa attenzione nei confronti dei pompieri», conclude il consigliere regionale Pd Liguria.

La replica dell’assessore Mai: “critiche inaccettabili, non corrispondono a verità”

“Evidentemente il consigliere Rossetti mente consapevolmente, le Stefano Mai 2011critiche che ci arrivano sul tema degli incendi boschivi sono inaccettabili e soprattutto non corrispondono a verità. Ricordo all’ex assessore al Bilancio della giunta precedente che è stato proprio lui a non rinnovare nel 2011, quindi tra i primi atti del proprio mandato, la convenzione con i Vigili del Fuoco. Eviti dunque di fare sparate inutili”.

Risponde così l’assessore regionale all’Agricoltura Stefano Mai alle dichiarazioni del consigliere Rossetti in merito al rinnovo della convenzione tra Regione Liguria e Vigili del Fuoco. “Oltre ai danni ereditati dalla Giunta di cui faceva parte Rossetti – prosegue l’assessore Mai – ora stiamo facendo i conti con la scellerata decisione del Governo Renzi di cancellare il Corpo Forestale dello Stato a partire dal 1 gennaio 2017. Una decisione che oltre a essere ancora avvolta nell’incertezza rappresenterà sicuramente un grave danno per il nostro territorio ”.

“Come Giunta stiamo dialogando da tempo con i Vigili del Fuoco e siamo pronti a far partire la nuova convenzione, per la Liguria, dal 1 gennaio 2017, quando verrà attivata anche la Sala Operativa congiunta tra Antincendio boschivo e Protezione civile – continua l’assessore Mai – Consiglio pertanto a Rossetti di non parlare a vuoto e di unirsi a noi nel fare pressing sul Governo per avere lumi sui reali compiti assegnati, non solo ai Vigili del Fuoco, ma soprattutto ai nuovi carabinieri forestali: a oggi abbiamo visto solo le auto pronte, ma, a meno di 30 giorni, regna la totale incertezza sui loro compiti”.

Conapo: “chiediamo ruolo chiave per vigili fuoco”

Sulle questioni sollevate dalla polemica tra il vicepresidente del Consiglio regionale e consigliere del Partito democratico Pippo Rossetti e l’assessore ligure all’Agricoltura Stefano Mai è intervenuto anche Stefano Salvato, segretario per la Liguria del Conapo (il sindacato autonomo dei vigili del fuoco): “Auspichiamo una convenzione con la regione Liguria che riconosca un ruolo chiave e non marginale dei Vigili del Fuoco nella lotta agli incendi boschivi, anche a fronte del fatto che il nostro corpo è l’unico in grado di assicurare il pronto intervento 24 ore su 24 per 365 giorni all’anno, caratteristica essenziale per evitare il ricorso ai ben più costosi mezzi aerei”.

“Quanto al Corpo Forestale dello Stato – aggiunge Salvato – è assurdo che a un mese dalla data della soppressione il Ministero dell’Interno non abbia ancora chiarito la sorte dei forestali che transiteranno nei Vigili del Fuoco, tra cui quelli liguri. Ci uniamo quindi al coro di coloro che chiedono chiarezza”.

[AGGIORNATO h. 22]