Percezioni, illusioni e inganni mentali: Silvano Fuso al Bibliotè di Spotorno

Percezioni, illusioni e inganni mentali. Come la mente…mente. Continua il Bibliotè organizzato dal Comune di Spotorno, la rassegna che prevede infatti un incontro mensile con un autore. È il turno di Silvano Fuso, giovedì 24 Novembre, presso la biblioteca civica Camillo Sbarbaro di Spotorno, dalle ore 15.00 alle 17.00 |

Accanto alla promozione del libro e della lettura per gli studenti, la Biblioteca Civica “Camillo Sbarbaro” dedicata al poeta che ha soggiornato a Spotorno per un lungo periodo morendovi nel 1967 – propone iniziative culturali per il pubblico adulto tra le quali il Bibliotè, evento che racchiude il proposito di promuovere la biblioteca come spazio ospitale in cui scrittore e lettori si incontrano sullo stesso piano; come luogo in cui la cultura è “alla portata” di chiunque sia desideroso di approfondire, conoscere, domandare, svagarsi. Naturalmente davanti ad una tazza di tè fumante!

Continua così il Bibliotè organizzato dal Comune di Spotorno, la rassegna che prevede infatti un incontro mensile con un autore. È il turno di Silvano Fuso, giovedì 24 Novembre, presso la biblioteca civica Camillo Sbarbaro di Spotorno, dalle ore 15.00 alle 17.00.
Silvano Fuso è nato a Lavagna (GE), il 27 ottobre 1959. È dottore di ricerca in scienze chimiche, docente di chimica e si occupa di didattica e divulgazione scientifica. Collabora con diverse riviste e siti Internet e ha pubblicato numerosi volumi.

«Siamo orgogliosi di avere come ospite Silvano Fuso – interviene Gian Luca Giudice del Comune di Spotorno con delega alla Cultura – Un intervento di un socio del CICAP è di pregio per la nostra comunità. Forse non tutti conoscono il CICAP, e il prossimo giovedì 24 novembre potrebbe essere una occasione intelligente per conoscere l’attività del Comitato. Il CICAP infatti (Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sulle Pseudoscienze) è un’organizzazione scientifica ed educativa fondata nel 1989 su iniziativa del giornalista e divulgatore scientifico Piero Angela, per arginare la diffusa tendenza dei media a diffondere notizie sensazionalistiche su presunti fenomeni paranormali e pseudoscienze, non dimostrate. Al CICAP aderiscono o hanno aderito, tra gli altri, i premi Nobel Carlo Rubbia e Rita Levi Montalcini, il fisico Tullio Regge, l’astronoma Margherita Hack, il farmacologo Silvio Garattini, lo scrittore Umberto Eco, il genetista Edoardo Boncinelli e l’oncologo Umberto Veronesi».

«L’intervento di Silvano Fuso sarà proprio su questo tema: “Percezioni, illusioni e inganni mentali: come la mente …mente”. Noi tendiamo a fidarci di ciò che vediamo e, in generale, di ciò che percepiamo attraverso i nostri organi di senso. Tuttavia il nostro cervello non si limita a “registrare”, come una telecamera, ciò che percepiamo. Al contrario esso, come un fantasioso regista, “crea” ciò che crediamo semplicemente di percepire. Il questo processo di “creazione” della realtà intervengono molti fattori che coinvolgono le nostre conoscenze pregresse, i nostri pregiudizi, le nostre emozioni, ecc. Silvano Fuso, attraverso numerosi esempi che coinvolgono direttamente il pubblico, cercherà di mostrare quanto ingannevole sia la nostra mente. La consapevolezza dei limiti della nostra mente è fondamentale per evitare di cadere vittima di autoinganni che talvolta possono essere anche piuttosto pericolosi».

«L’appuntamento al Bibliotè è libero e gratuito – conclude Gian Luca Giudice – La cittadinanza è invitata a partecipare all’evento, presso la biblioteca civica. La biblioteca, ricordo, è “un luogo dove i libri sono di tutti”: definizione calzante della biblioteca, nata da uno dei molteplici incontri di promozione del libro per gli alunni delle scuole spotornesi. Ciò che a noi sembra banale e scontato non sfugge invece ai più piccoli: la biblioteca come luogo in cui un servizio, un oggetto, è fruibile in modo gratuito e, nel contempo, una raccolta di beni di cui tutti possiamo godere e di cui siamo responsabili come fosse nostra».