Contro la violenza sulle donne: Albenga inaugura una “panchina arancione”

Albenga. Il 25 novembre, Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, alle ore 17 sarà inaugurata una “panchina arancione” all’esterno del Centro Giovani, di fronte alla casa dove fu uccisa Loredana Colucci.

Questa l’iniziativa assunta dall’amministrazione comunale per la data del 25 Novembre, ricorrenza nella quale le Nazioni Unite, l’Italia e il mondo intero commemorano la giornata internazionale contro la violenza sulle donne, con iniziative atte a sensibilizzare donne e uomini, su questo tema.

L’assessore alle pari opportunità Simona Vespo afferma: “con l’inaugurazione della panchina arancione abbiamo deciso di rafforzare la nostra adesione alla Giornata dedicata alla violenza contro le donne e lo abbiamo fatto scegliendo un luogo simbolico dove posizionarla, l’area esterna del Centro Giovani in via Corridoni, di fronte alla casa dove visse gli ultimi istanti di vita Loredana Colucci, barbaramente uccisa dal compagno il 2 giugno del 2015, diventata simbolo ad Albenga e a Castellana Grotte – suo paese d’origine – della lotta contro il femminicidio e della violenza sulle donne”.

La collocazione della panchina arancione, posizionata in un luogo dove i ragazzi si incontrano, è una scelta condivisa con la consigliera delegata alle politiche giovanili Camilla Vio ed ha un legame con un’altra iniziativa organizzata presso il Centro Giovani. Spiega Camilla Vio: “in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne il 25 novembre, il Centro Giovani in collaborazione lo Yepp Albenga ha proposto la visione gratuita di un ciclo di film con protagoniste donne per approfondire la conoscenza della lingua inglese e riflettere sulla condizione della donna. Ogni film affronterà tematiche fondamentali quali l’amicizia tra donne, le scelte di vita e non ultima la violenza. Un’insegnante madrelingua inglese presenterà e introdurrà ogni film per creare alcuni momenti di riflessione per giovani ragazzi e ragazze.”

Prosegue l’assessore Vespo: “la panchina arancione riveste un significato forte, un valore educativo atto alla sensibilizzazione verso un fenomeno, purtroppo in crescita. Abbiamo informato dell’iniziativa l’amministrazione comunale di Castellana, città nativa di Loredana Colucci e il sindaco Franco Tricase che si è detto grato che Loredana sia ricordata tramite la lettura di alcuni brani. Anche la città di Castellana durante la giornata, in una sorta di gemellaggio con la città di Albenga, dedicherà alcuni momenti informando i cittadini dell’iniziativa in corso nella nostra città. Invito tutti ad essere presenti anche adottando ed indossando il colore arancione”.

Sulla panchina sarà posizionata una targa con le parole di Martin Luther King che recitano: “ciò che mi spaventa non è la violenza dei cattivi, è l’indifferenza dei buoni”.