Raddoppio ferroviario nel Ponente: sbloccare i finanziamenti

Il Consiglio regionale ha approvato oggi all’unanimità l’ordine del giorno di Alessandro Piana (Lega Nord Liguria-Salvini) con il quale si impegna la giunta a “sostenere presso i ministeri competenti l’importanza strategica del raddoppio della tratta ferroviaria Finale Ligure-Andora e a sollecitare un impegno del Ministro per il finanziamento dell’opera”.

Nel documento si sottolinea, fra l’altro, che il completamento dell’infrastruttura ferroviaria ligure renderebbe più attraente la Liguria non solo per il mercato interno, ma soprattutto per quello della vicina Francia. Si evidenzia, inoltre, che la linea era rimasta bloccata nel 2014 per diverso tempo in seguito ad una frana, che fece deragliare un treno bloccando il trasporto ferroviario fra Italia e Francia.

«Parliamo di un’opera strategica, i cui finanziamenti (225 milioni di euro) erano stati ottenuti proprio dalla Giunta regionale precedente, dopo un incontro con l’allora ministro Lupi» ha commentato Raffaella Paita, capogruppo Pd in Regione: «Per la Finale-Andora si era deciso di seguire lo stesso principio utilizzato per il Terzo valico: e cioè di realizzare l’opera per lotti. Questo primo finanziamento, quindi, serve ad avviare gli interventi accessori. La Giunta regionale faccia la sua parte occupandosi del riutilizzo della ferrovia per continuare la pista ciclabile».