Ex Acna Cengio, M5S: “Toti e Chiamparino tutelino salute e ambiente”

M5S presenta sull’ex Acna Cengio una doppia interrogazione in Regione Liguria e Piemonte, in seguito alla procedura di infrazione della Commissione Europea |

“Toti e Chiamparino dicano cosa intendono fare per garantire la salute dei cittadini e la salvaguardia dell’ambiente nell’area dell’ex Acna di Cengio, in seguito alla procedura di infrazione avviata dalla Commissione Europea”, chiedono i consiglieri M5S Andrea Melis (Regione Liguria), Paolo Mighetti e Mauro Campo (Regione Piemonte), con una doppia interrogazione sull’ex azienda, al confine tra le due regioni, “trasformata in discarica senza alcuna valutazione di impatto ambientale”.

“Una grave mancanza che ha portato anche l’Ue ad avviare una procedura di infrazione per l’Italia – osservano i consiglieri regionali M5S – Cos’ha fatto la politica per evitare che si arrivasse sino a questo punto, con conseguenze drammatiche per dipendenti e cittadini? Quali azioni sono state poste in essere per limitare i danni alla salute e bonificare le aree in questione?”.

“Qualora la procedura di infrazione dovesse portare a una sentenza di condanna, quale posizione prenderanno le Giunte Toti e Chiamparino? – si chiedono Melis e Mighetti – I cittadini liguri e piemontesi hanno diritto di conoscere le intenzioni dei propri governanti sull’utilizzo futuro del sito e la verità sull’effettiva pericolosità delle sostanze tombate nel sottosuolo.”