Spotorno, la “Staffetta Letteraria” apre la sesta edizione del Bibliotè

La “Staffetta Letteraria”, a cura di alcuni ragazzi delle scuole medie Spotornesi, inaugura “Bibliotè” |

Prende il via giovedì 27 ottobre la sesta edizione del “Bibliotè”, ciclo di incontri con lo scrittore proposti dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Spotorno e dalla Biblioteca Civica “Camillo Sbarbaro”.

Il titolo, spiega il consigliere delegato alla Cultura Gian Luca Giudice, «che richiama la consuetudine inglese del tè pomeridiano, racchiude il proposito di promuovere la biblioteca come spazio ospitale in cui scrittore e lettori si incontrano sullo stesso piano; come luogo in cui la cultura è “alla portata” di chiunque sia desideroso di approfondire, conoscere, domandare, svagarsi’ naturalmente davanti ad una tazza di tè fumante».

La rassegna, che spazierà dal giallo al fantasy, dal saggio alla fantascienza, si aprirà giovedì 27 ottobre alle ore 15 con la “Staffetta Letteraria”, a cura di alcuni ragazzi delle scuole medie Spotornesi.

In occasione di “Libriamoci” – la manifestazione promossa dal Ministero dei beni e delle attività Culturali per incentivare la lettura ad alta voce nelle scuole al di fuori del programma scolastico – gli alunni regaleranno al pubblico presente in biblioteca la lettura di brani scelti dal patrimonio della narrativa classica e contemporanea.

La rassegna proseguirà giovedì 24 novembre dalle 15 alle 17 con “Come la mente… mente: percezioni, illusioni e inganni mentali” a cura del prof. Silvano Fuso membro Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sulle Pseudoscienze. Martedì 13 dicembre l’incontro dalle 16,15 alle 18 sarà con “La diversità che fa la differenza”, narrazione teatralizzata dello scrittore Andrea Valente autore della Pecora Nera.