Regione, 350mila euro per le progettazioni affidate ad Ire

Liguria | Indicate le infrastrutture prioritarie su tutto il territorio, frutto del confronto con gli enti locali |

La Giunta regionale ha varato il programma annuale delle progettazioni affidate ad Ire, con l’indicazione delle priorità che riguardano in modo omogeneo tutto il territorio regionale e sono il frutto del confronto tra Regione e enti locali. L’investimento complessivo è di 350mila euro. “Sono soddisfatto del lavoro svolto – afferma l’assessore regionale alle Infrastrutture e Difesa del Suolo, Giacomo Giampedrone – e in particolare dell’interlocuzione efficace e costruttiva con tutte le amministrazioni liguri: insieme abbiamo saputo trovare una sintesi delle priorità. E’ evidente, poi, che i tempi di realizzazione dei progetti da parte di Ire sono diversi: in alcuni casi agisce su progettualità pronte a partire, mentre in altri progetta e programma il futuro con interventi di indirizzo, come nel caso delle piste ciclabili nel ponente”.

Circa l’operato di Ire, Giampedrone sottolinea che “si rivela, oggi più che mai, la flessibilità della nostra società ingegneristica, che si adatta alle esigenze del territorio e amplia le proprie competenze, dando risposte concrete al territorio non solo sul fronte infrastrutturale ma anche con la progettazione di interventi di difesa del suolo e manutenzione dei versanti”.

Tre i filoni indicati: le emergenze infrastrutturali (progettazione esecutiva del 1° lotto della Strada della Ripa, interventi sulla SP51 dei Santuari, messa in sicurezza del ponte carrabile in località Peane del Comune di Bormida, progettazione della viabilità di collegamento tra la nuova fermata ferroviaria di Diano e la viabilità costiera); la lotta al dissesto idrogeologico anche in un’ottica di sviluppo turistico (aggiornamento dello studio idrogeologico del versante tra Manarola e Corniglia interessato dal Sentiero Azzurro); interventi di progettazione di indirizzo relativa a piste ciclabili in aree di particolare pregio paesaggistico-ambientale e turistico (nelle tratte comprese tra Savona e Celle Ligure e tra Imperia e Potedassio).

“In questo modo – aggiunge Giampedrone – vogliamo non solo imprimere un impulso notevole alla risoluzione di alcune importanti problematiche infrastrutturali ma anche ribadire l’interesse di questa Giunta per il territorio del Parco delle Cinque Terre su cui vogliamo investire in termini di progettualità e auspichiamo un intervento anche da parte del governo in termini di investimenti per sostenere l’operato dell’unico Parco nazionale della Liguria e il mantenimento del suo territorio”. Paolo Piacenza, Amministratore Unico di Ire Spa, sottolinea che “siamo pronti ad accettare questa sfida, in piena collaborazione e sintonia con l’assessorato alle Infrastrutture e la Giunta nel suo complesso. È evidente – conclude – che la necessità di acquisire nuove competenze e nuove importanti sfide progettuali è legata alle crescenti difficoltà degli enti locali nel realizzare progettazioni e interventi a fronte della costante riduzione di risorse nazionali”.