Vaccarezza: “libera pesca in libera Liguria”

«A seguito della delega ricevuta dal Governo ad adottare un decreto legislativo per riordinare gli attrezzi consentiti per la pesca ricreativa e sportiva, che renderebbero illegale l’uso di palamiti e nasse, io e il collega consigliere e amico Claudio Muzio ci siamo opposti per tutelare quella che è una tradizione ligure con un’iniziativa in Consiglio regionale».

Lo dice il Capogruppo di Forza Italia in Regione Liguria, Angelo Vaccarezza che spiega le ragioni che hanno spinto i due consiglieri a firmare la Mozione 123-interventi sul settore ittico. «Proibire l’uso di tali attrezzature – continua Vaccarezza – avrà una ricaduta negativa sulla pesca ricreativa che verrà via via abbandonata. L’approccio della Proposta di legge del Governo è completamente sbagliato. Basti ricordare che ci sono circa un milione di persone che la praticano, senza contare l’indotto. È nostro dovere – conclude Vaccarezza – difendere non solo una tradizione ligure molto antica, ma anche impedire che un volano turistico-economico venga spazzato via con una legge malfatta».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*