Visual School e Film Commission Italian Riviera portano a Garlenda, Villanova e Alassio la tecnologia VR 360°

Non è la prima volta che le location offerte dalla Riviera Ligure di Ponente vengono scelte dall’industria cine-televisiva come set per film, pubblicità o serie televisive. Ma è la prima che verranno riprese a 360 gradi. A portare le proprie innovativissime telecamere a girare sul nostro territorio, questa volta, è il regista milanese Andrea Rocchi, incaricato dalla produzione Red Eye Media, del producer finalese Francesco Rotunno, in collaborazione con l’agenzia E3 di Milano, di realizzare uno spot pubblicitario con l’innovativa tecnologia VR 360° per un importante marchio internazionale.

Il VR (Virtual Reality) 360° è una particolare tecnica di ripresa che sta spopolando sul web e sui social media e che permette di muoversi all’interno delle immagini registrate come se si fosse sulla scena e di guardare, semplicemente muovendo il visore (spesso un semplicissimo smartphone), quello che succede tutt’intorno, sopra e sotto.

Ma Francesco non è l’unico savonese coinvolto nell’operazione.
L’organizzazione è stata infatti curata in collaborazione con la Italian Riviera Alpi del Mare Film Commission già “responsabile” in passato di aver portato sul territorio importanti produzioni internazionali come The Bourne Identity e InkHeart.

Ma c’è di più. La sceneggiatura dello spot è stata scritta dallo sceneggiatore ingauno (trapianto da qualche anno a Loano) Davide Aicardi, fondatore insieme a Rotunno e al grafico pubblicitario Gabriele Puggelli, della Visual School di Albenga, struttura dove si insegnano, appunto, le arti della sceneggiatura, della grafica, del fumetto, del videomaking e l’utilizzo di queste nuove tecnologie.

Le riprese, che si svolgeranno nella giornata di oggi, mercoledì 27 luglio, e di domani, inizieranno al maneggio Country Club di Villanova d’Albenga per proseguire al Golf di Garlenda e alla discoteca Le Vele di Alassio.
“Questa importante produzione” – spiega il responsabile di Red Eye Media – “Non sarebbe stata possibile senza la collaborazione e la disponibilità di Andrea Marmentini della Pro Loco, e del comune tutto di Garlenda che, tramite le figure degli assessori Dario Urselli e Francesco Praino e del Sindaco Silvia Pittoli, ha saputo dare grande supporto e gentile accoglienza alla troupe.”.

Le riprese hanno coinvolto diverse maestranze locali ed è intenzione di Aicardi e Rotunno portare sul territorio un numero sempre maggiore di iniziative simili per valorizzarlo e farlo conoscere il più possibile attraverso i media moderni, creando parallelamente un indotto e sensibilizzando i cittadini a nuove tecnologie e possibilità lavorative, coltivando quelle forme creative e artistiche che raramente raggiungono o riescono ad attechire in un contesto di provincial come il nostro.