SonoroSilenzio: ad Albissola le opere sperimentali di Fausto Balbo

di Fabrizio PinnaAlbissola Marina. Sabato 6 agosto alle ore 18 presso lo spazio d’arte Eleutheros in via Colombo 23 si terrà ad Albissola l’opening di SonoroSilenzio, un’esposizione che proporrà al pubblico la suggestiva e inconsueta installazione scultorea sonora del musicista e artista sperimentale Fausto Balbo.

Classe 1970, ad Albissola e in Liguria Balbo – che oggi vive nel cuneese, a Garessio – è già noto e apprezzato anche per le sue collaborazioni con i quasi coetanei artisti di talento Carlos Ferrando i Bellés, insieme al quale ha proposto il lavoro “MovimentoSordo” nell’autunno del 2014, e Silvia Celeste Calcagno, vincitrice nel 2015 del 59° Premio Faenza con l’opera “Interno 8 – La fleur coupée”, il cui audio è stato curato proprio da Balbo. Una felice collaborazione, quest’ultima, che si è rinnovata anche quest’anno per “Ring around the Rosie”, l’opera di Silvia Celeste Calcagno selezionata per la ventiquattresima Biennale Internationale de Céramique de Vallauris, la biennale di ceramica d’arte contemporanea in corso nella cittadina della Costa Azzurra sino al 31 ottobre 2016.

Ingegnoso studioso del suono e dei suoi effetti estetici mediati dalle nuove tecnologie, come musicista Fausto Balbo ha pubblicato un CD solista e collaborato con altri colleghi, prima di allargare più di recente il suo orizzonte di ricerca sperimentale verso una prospettiva artistica maggiormente “sinestetica”, intrecciando in particolare effetti sonori e visivi.

Se si vuole, (e)semplificando un po’ in uno sguardo meno contingente e di più lunga durata, la direzione in cui si è mosso e si muove Balbo è quella di un approfondimento della feconda e dirompente linea di ricerca artistica originariamente inaugurata dai movimenti delle avanguardie storiche, a partire dal Futurismo, e poi proseguita – attraverso la rinnovata mediazione delle neoavanguardie degli anni Cinquanta / Settanta del Novecento – con alterne fortune di artisti pubblico e critica, tra l’altro notoriamente anche nella stessa Albissola, fino ai giorni nostri.

«La mostra evento di Fausto Balbo presso il Circolo Culturale Eleutheros presenta alcune fra le ultime opere dell’Artista» anticipa nella sintetica presentazione Agostino Berta, curatore dell’esposizione: «Si tratta di sculture (o macchine) che creano uno speciale rapporto formale fra gli elementi contestuali del sito di esposizione ed il contenuto concettuale dell’opera d’arte in sé. In altro momento, abbiamo parlato di “un nuovo linguaggio del vedere e del sentire”».

Il titolo SonoroSilenzio, precisa Berta, «sintetizza la volontà creativa di arrivare ad una sorta di sospensione duale. Possiamo dire che la summa degli aspetti sensoriali consente di interagire su più piani e con molteplici angoli prospettici, presupponendo una fruizione totalizzante. Il risultato dialettico fra tutte le componenti fisico-percettive è quello di una poetica fascinazione. Le opere, singolarmente e nel loro insieme di allestimento, si offrono quali testimoni di una favolistica memoria proiettata in un futuro del tempo senza tempo».

La mostra “Sonorosilenzio” di Fausto Balbo, patrocinata dal Comune di Albissola Marina, dopo il vernissage di sabato 6 agosto resterà da Eleutheros aperta al pubblico fino al 28 agosto e sarà visitabile, a ingresso libero, in orario 17 / 20 dal martedì alla domenica, oppure su appuntamento (tel. 3488091614).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*