Nuova azienda sanitaria ligure, Battistini (M5S): “scatolone vuoto, dannoso e anticostituzionale”

“A.Li.Sa? Uno scatolone vuoto, con profili di incostituzionalità, che si scontra con la normativa regionale e statale vigente e porterà nuove poltrone e costi, senza aggiungere nulla alla sanità ligure”. Duro il commento di Francesco Battistini, portavoce del MoVimento 5 Stelle in Liguria, a margine della Commissione Sanità sulla nuova azienda sanitaria regionale.

“Toti e Viale, con questo Disegno di legge, puntano a riformare la sanità ligure nel suo complesso – osserva Battistini – Ma lo fanno delegando ogni responsabilità ai tecnici, in modo da non correre il rischio di perdere consensi. In particolare, l’articolo 3 è un crogiuolo di norme anticostituzionali. Le funzioni di programmazione sanitaria e sociosanitaria spettano alla Regione e non certo ad una azienda, peraltro con funzioni ancora del tutto da venire. L’unica cosa chiara sono gli sprechi e le poltrone che aggiungerà sulle tasche e sulla pelle dei cittadini, visto che i costi di A.Li.Sa. verranno coperti dai Livelli Essenziali di Assistenza. Inaccettabile!”.