Conclusa operazione Fondali puliti nel porto di Andora

Andora. Operazione fondali puliti nel porto di Andora dove ieri, su iniziativa della Guardia Costiera, in collaborazione con l’A.M.A ed il comune di Andora, è stato ultimato il recupero dei rifiuti ad opera di un gruppo di volontari.

Quattro ore di lavoro, realizzate dai subacquei dello Sport 7 Diving Club asd che si sono immersi nello specchio acqueo dell’approdo, coadiuvati dagli ormeggiata del porto e dagli uomini e mezzi della Lega Navale e del Circolo Nautico di Andora e dell’Associazione Andora Match Race.

I materiali sono stati stoccati sulla banchina ed avviati allo smaltimento. Sono stati recuperati pneumatici, materiali ferrosi e plastica, ma fortunatamente non in grande quantità. Segno che i diportisti di Andora hanno a cuore il loro mare e la salvaguardia dell’ambiente.

Il porto di Andora anche quest’anno ha conquistato la Bandiera Blu ed implementato i servizi.

“È stato installato un sistema di video sorveglianza che copre tutto il porto e ripristinato il wi-fi gratuito” ha annunciato l’avvocato Francesco Bruno, presidente dell’Ama.

Il porto di Andora ha ben 852 posti per barche a vela e a motore fino a venti metri. Sul tetto delle cale dell’approdo è attivo anche un solarium, con noleggio lettini ed ombrelloni che ha accesso diretto al mare. A disposizione dei diportisti anche il noleggio biciclette.