“Nikola Tesla. Utopia o realtà?”: ad Alassio una collettiva d’arte contemporanea

di Claudio Almanzi – Alassio. Grande attesa per la Mostra Internazionale d’Arte Contemporanea “Nikola Tesla. Utopia o realtà?” evento che vuole rappresentare un omaggio al grande inventore serbo in occasione delle celebrazioni per il 160esimo anniversario della sua nascita.
L’inaugurazione è in programma per il 22 luglio nell’ex Chiesa Anglicana, in via Adelasia,10, alle ore 18.

Molti considerano Tesla (1856-1943) il Leonardo del Novecento. Altri, invece, solo un pazzo visionario. È indubbio però che a 30 anni il giovane ingegnere Nikola Tesla aveva già realizzato numerosissime ed importanti invenzioni e vantava un gran numero di brevetti, che giunsero ad essere quasi 300 al termine della sua vita. La mostra è stata organizzata con il patrocinio del Comune di Alassio e del Circolo Artistico-Culturale “Amici nell’Arte” noprofit.

L’evento è stato curato dal Pierluigi Luise. Questi gli artisti presenti: Carlos Carlè, Walter Accigliaro, Maidè Aicardi, Luciana Bertorelli, Balàzs Berzsenyi, Luigi Canepa, Sandra Cavalleri, Anna Corti, Mario Dabbene, Giuseppe De Carlo, Maria Pia Demicheli, Paolo Dolzan, Fabrizia Fantini, Mauro Marchiano, Raffaella Maron, Caterina Massa, Maurizio Moncada, Constantin Neacsu, Francesco Pellicanò, Betty Paiz, Ylli Plaka, Silvio Rosso, Carmen Spigno, Magda Tardon, Luisa Tinazzi, Giovanna Usai, Simonetta Vandone ed Antonietta Zamponi.

La stragrande maggioranza della persone ignora ancora oggi questo geniale ingegnere elettrico, inventore e fisico di origine serba e naturalizzato statunitense nel 1891, ritenuto il vero padre di molte delle invenzioni che ognuno di noi usa tutti i giorni nella vita quotidiana e che rappresentano fra le più grandi conquiste tecnologiche del Ventesimo secolo. All’inaugurazione saranno presenti, fra gli altri, l’architetto Gian Maria Barbotto, dell’associazione “Light Blue Dolphin” di Sanremo, che illustrerà l’attività di tale associazione alla luce delle rivoluzionarie idee e invenzioni dello scienziato serbo ed il dottor Patrizio Gravano, autore di un pregevole saggio sulla vita e l’operato di Nikola Tesla, oltre a numerose altre personalità. La mostra resterà aperta fino 31 luglio, con il seguente orario: tutti i giorni dalle ore 18 alle 22.