Varazze, inaugurato la mostra di Renata Minuto “Di tiepide spiagge di mari e cieli stellati”

Varazze. Sabato 9 luglio nella casa museo dei coniugi Guglielmo Bozzano e Vanna Giorgis la Fondazione che porta il loro nome ha inaugurato la mostra di Renata Minuto “Di tiepide spiagge di mari e cieli stellati”. In un assolato sabato estivo, ancora afoso alle 18, con qualche difficoltà di parcheggio per chi proveniva da fuori Varazze, le due sale del primo piano di via Roma 8 erano gremite di visitatori.

Cinzia Molinari,  Presidente della Fondazione, ha introdotto l’evento ricordando che concretizzava un progetto risalente a due anni fa quando, in una sua visita a casa della pittrice ceramista con il vicepresidente Francesco Fazio, furono letteralmente calamitati da un dipinto ad olio del 1968 che ha come protagonista Varazze.  Era il 2014, l’anno in cui la Fondazione aveva curato la mostra “Bozzano e il Mare” e parve quasi fatale questo incontro di artisti sullo stesso tema, nello stesso luogo trattato con le loro diverse sensibilità.

Dopo la splendida marina notturna de “La Lampara”di Guglielmo “Spiaggia di Varazze, sul far della sera” di Renata è sembrato l’ideale continuità delle scelte operate per ricordare e far conoscere l’arte di Bozzano e il quadro è divenuto il simbolo della mostra 2016.
La presidente ha cercato di concentrare in una difficile sintesi la lunga e prestigiosa carriera artistica di Renata Minuto, dagli anni albissolesi nel gruppo degli artisti famosi a quelli savonesi in cui prepara mostre in celebrazione dei papi della famiglia cittadina dei Della Rovere, fino agli anni romani in cui realizza il grande pannello in ceramica policroma con la Mater Misericordiae collocata nei Giardini Vaticani per l’ammirazione dei visitatori di tutto il mondo.

Tornata a Savona continua a lavorare e a creare con cura passione e generosità al punto che per l’inaugurazione ha portato con sè un’anticata “Legenda aurea” in ceramica opera di tale bellezza e precisione che, al primo sguardo, sembra  possa aprirsi ed essere sfogliata: un ulteriore omaggio quindi a Jacopo da Varagine, patrono di Varazze che si appresta a celebrarlo il 13 luglio.
L’artista, dalle cui mani sono scaturite le grandi tele che così bene rappresentano l’essenza della vita sul mare e i delicati vetri dalle splendide nuances di azzurri, era visibilmente compiaciuta e commossa dalla viva partecipazione è intervenuta a sua volta ricordando l’ amicizia con il pittore varazzino, la loro reciproca ammirazione e la comune riservatezza.

I complimenti sono poi giunti a nome di tutti dall’assessore alla cultura Mariangela Calcagno che ha immediatamente colto quale “valore simbolico ha  il color turchese nelle scelte cromatiche delle opere di Renata Minuto, dai vetri ai cieli stellati nei quali aggiunge la meraviglia dell’oro e argento che li rendono così… magici”.

Molti intervenuti, sicuramente estimatori di Renata e di Guglielmo o anche amici della Fondazione si sono lasciati contaminare dall’atmosfera della mostra in cui si sono trattenuti per oltre un’ora ripromettendosi di tornare nell’orario di apertura estivo ogni martedì e giovedì, dalle 21 alle 23 fino a settembre 2016.