L’Inferno di Dante è in “3D” con lo spettacolo di Luigi Maio: si apre l’Estate musicale andorese

Andora. Venerdì 8 Luglio, ore 21.30, nella Chiesa santi Giacomo e Filippo Andora, di borgata Castello il musicattore Luigi Maio, apre la XXXIV edizione dell’Estate musicale Andorese con lo spettacolo “Inferno da camera – Dante in “3D”, fantasia dantesca/lisztiana per trio e terzine dantesche di e con Luigi Maio.

Inferno da Camera, «è ancora una volta uno spettacolo di forte impatto e coinvolgimento per il pubblico in cui l’interprete alla recitazione di alcuni suggestivi passi dell’Inferno dantesco, alterna brani da lui composti in stile lisztiano/paganiniano e citazioni originali delle opere più emblematiche di Franz Liszt, di cui Maio ha curato la riscrittura per trio: alla “bufera infernal che mai non resta”, farà eco il turbinio cromatico della “Dante Symphonie”».
Il Musicattore® Luigi Maio definisce lo spettacolo “una fantasia teatral cameristica in cui dialoga con un agguerritissimo Trio musciale: Enrico Grillotti alPianoforte, Francesco Bagnasco al Violino e Luigi Tedone al Fagotto. Maio torna ad Andora dopo lo straordinario successo avuto lo scorso anno “Histoire du soldat”.
Lo spettacolo è ad ingresso libero. Servizio Taxi, a partire dalle ore 20.00, da piazza Doria – costo 5, a persona, andata e ritorno

“Iniziamo l’Estate Musicale Andorese con uno spettacolo molto importante con il quale Maio è stato ospite all’Ambasciata Italiana a Londra ed ha ricevuto il Premio del Centro Nazionale di Studi Italiani – ha annunciato Maria Teresa Nasi Assessore alla Cultura del Comune di Andora – Abbiamo voluto caratterizzare il cartellone 2016 per la qualità del repertorio e per la bravura degli interpreti, affinché la rassegna sia prima di tutto un appuntamento culturale di alto livello, offerto al pubblico ad ingresso libero, ma anche un’occasione per sostenere e far conoscere la qualità del lavoro degli artisti della musica che, con passione e talento, creano spettacoli di grande coinvolgimento”.

L’Estate Musicale Andorese pro segue il Martedì 19 Luglio, ore 21.30, Chiesa santi Giacomo e Filippo a Castello con “Il Dolce suon… – Dal Belcanto al Romanticismo alla ricerca del suono dell’anima” con Linda Campanella, soprano e GianLuca Ascheri, pianoforte. Musiche di G. Rossini, G. Donizetti, F. Liszt, G. Verdi

Giovedì 28 Luglio, ore 21.30, Chiesa santi Giacomo e Filippo, ore 21.30 ci sarà il concerto Concerto Sinfonico della prestigiosa Orchestra di Rapallo “Jean Sibelius” diretta da Filippo Torre. In repertorio Musiche di W. A. Mozart, A. Glazunov, G. Holst.

L’orchestra, fondata nel 2010, è intitolata al compositore finlandese Jean Sibelius che soggiornò a Rapallo (GE) nel 1901, componendovi la sua seconda sinfonia. Nel corso della sua ancor breve storia l’orchestra si è già esibita in numerose località. Nel marzo 2015, l’orchestra ha eseguito un concerto presso la Chiesa di sant’Antonio di Venezia Lido che ha visto la partecipazione anche di due formazioni corali veneziane. Recentente è stata protagonista del concerto sinfonico “Omaggio a Jean Sibelius”, tenutosi nell’ambito delle celebrazioni ufficiali per il 150° anniversario della nascita di Jean Sibelius. L’Orchestra di Rapallo “Jean Sibelius” è interamente formata da giovani e qualificati musicisti liguri. La formazione fa capo all’omonima associazione di promozione sociale con sede a Rapallo.
Musica sacra, invece, Mercoledì 3 Agosto, ore 21.30, sempre a Castello con Gabriel Fauré e Requiem Op. 48 per soli, coro e orchestra, con Adriana Iozzia, soprano, Carlo Prunali, baritono
Coro e Orchestra “Deo Gloria”, Danilo Galliani, direttore

«Ho scritto il mio Requiem senza motivo… per il piacere di farlo, se così posso dire. È stato eseguito alla Madeleine per le esequie di un parrocchiano qualunque».

«Si è detto che quest’opera non esprime il terrore della morte; qualcuno l’ha chiamata una berceuse funebre. Eppure è così che io sento la morte: come una lieta liberazione, un’aspirazione alla felicità dell’aldilà e non un doloroso trapasso». […] «Può darsi che io abbia tentato di uscire dalle convenzioni, dopo tutti gli anni in cui ho accompagnato all’organo le funzioni funebri. Ho voluto fare un’altra cosa».

Mercoledì 10 Agosto, l’Estate Musicale Andorese, si sposta in piazzetta Santa Rita, a pochi passi dalla Passeggiata a mare. Alle ore 21.30 appuntamento con il concerto dei Smarrons’ ovvero Blues and Soul con Massimo Berri – Chitarra e voce, Germano Jori – Basso elettrico, Nicola Martinelli – Batteria e Gigi Bevilacqua – Chitarra- Tastiera. Il nucleo è quello di un gruppo dell’underground genovese che risale agli anni ’80, formazione beat italiano e inglese. Il repertorio degli Smarrons’ in seguito si è orientato più alla musica Blues e Soul, ma anche a quella musica cantautorale americana ad esso affine.

Lo spirito dei concerti è quello di proporre una musica che è stata un oggetto di forte identificazione ideale, o almeno estetica, nel rispetto filologico, con una spontaneità lasciata a spazi improvvisativi su più livelli.

La rassegna si chiude Venerdì 19 Agosto, ore 21.30, nella suggestiva borgata di Colla Micheri con “In viaggio dall’europa al sudamerica international duo” con Enea Leone e Christian El Khouri alla chitarra. In repertorio musiche di Rossini, Torroba e Piazzolla.