Anteprime al 50° Festival di Verezzi: ‘Romeo e Giulietta’ e la Giovane Orchestra ‘Note Libere’

di Laura Sergi – Saranno i ragazzi della Compagnia del Barone Rampante a calcare le scene della seconda Anteprima del Cinquantesimo Festival verezzino, venerdì 8 luglio (ore 21.30) in piazzetta Sant’Agostino, con il classico di William Shakespeare: ‘Romeo e Giulietta’, in prima nazionale, traduzione del giovane autore Fausto Paravidino.

Una compagnia che nell’ottobre scorso ha festeggiato i suoi primi 10 anni di attività e costituisce una realtà importante e unica nella nostra regione, in particolar modo per la Scuola di Teatro, dove docenti esperti e attori professionisti delle migliori accademie si affiancano sul palcoscenico agli studenti, rompendo quello steccato che divide il teatro professionista da quello amatoriale. Ed ecco che venerdì, appunto, tre attori diplomati allo Stabile di Genova, Eva Cambiale (NdR: nella foto), Carlo Orlando e Manuel Zicarelli, creeranno un’empatia unica con i più giovani ragazzi del ‘Barone Rampante’.

Così Orlando e Cambiale, anche registi, definiscono l’evento: ‘Questo spettacolo nasce da loro (la Compagnia del Barone Rampante, n.d.r.), da tutti loro, senza distinzione d’età e formazione, ed è realizzato con loro e per loro. È teatro ragazzi? No, non proprio, perché accanto ai ragazzi recitano anche i loro insegnanti e altri attori professionisti. È quindi uno spettacolo ‘professionale’ in tutto e per tutto? No, nemmeno… È qualcosa di unico e autentico, di non facilmente definibile: un ‘Romeo e Giulietta’ dove i ragazzi sono ragazzi davvero, finalmente portati in scena con l’età anagrafica immaginata da Shakespeare, con la loro freschezza, la loro energia e spontaneità, e anche con l’ingenuità e l’immaturità sacrosanta a quell’età, e i grandi sono i grandi, un po’ insegnanti, un po’ colleghi, un po’ fratelli maggiori…’.

Sotto le scene di Gabriele Resmini e i costumi di Anna Varaldo, ecco quindi i nomi dei ragazzi che parteciperanno all’evento, in stretto ordine alfabetico: Alessandro Badano, Letizia Betti, Lucrezia Boda, Agata Bosio, Francesco Bosio, Paola Calcagno, Camilla Caramella, Francesca Ceravolo, Virginia Dalla Torre, Gaia De Giorgi, Elia Farinazzo, Iacopo Ferro, Anita Gallo, Mattia Ugo Gambetta, Guia Perrone, Tosca Perrone, Carlo Emilio Piccardo, Giulia Pozzi, Ilaria Pozzi, Francesco Repetto, Veronica Ruffino e Sofia Salamone.

Infine, la sera dopo, sabato 9 luglio (stessa ora) per la prima volta nella storia della Rassegna un evento solo musicale, sempre in Piazzetta, con la Giovane Orchestra della Riviera dei Fiori ‘Note Libere’, che presenterà: ‘Festival in musica – Concerto di musiche e colonne sonore dedicate alla storia del Festival’, con la partecipazione del direttore Cesare Depaulis. A presentare la serata sarà Roberto Tesconi.

La Giovane Orchestra ‘Note Libere’, preparata dai maestri Cristina Orvieto e Fabrizio Ragazzi, nasce a Sanremo nel 2013, ed è composta da strumentisti ad arco, fiati, chitarre, pianoforti e percussioni, con un’età che varia tra gli 8 e i 20 anni. Nello stesso 2013, il gruppo è vincitore del Concorso Internazionale ‘Riviera dei Fiori’. Queste le parole del Maestro Ragazzi, nel presentare il concerto di Borgio: ‘L’Orchestra, in questo programma, conta un numero di 50 elementi. La serata sarà divisa in due parti, la prima senza Direttore e la seconda con, poiché la scelta dei brani, che è stata concordata con il Direttore Artistico del Festival, Stefano Delfino, si può definire un po’ ambiziosa o perlomeno ardita, e quindi la presenza di una guida si è resa necessaria’.

Recentemente, gli Archi dell’Orchestra hanno eseguito ‘Sunrise Mass’ del compositore norvegese Ola Gjeilo e il Requiem di Gabriel Fauré col Coro Troubar Clair, riscuotendo ottimi successi.
Biglietteria aperta in viale Colombo 47 e, un’ora prima l’inizio di ogni evento, al botteghino di piazza Gramsci. Info: www.festivalverezzi.it – tel. 019.610167.