Anpi, cordoglio per la scomparsa di Nanni Russo

Savona. La scomparsa di Nanni Russo ci addolora profondamente: ci mancherà la sua profonda intelligenza arricchita  da quella forte carica umana che sapeva trasmettere ogni qualvolta si interloquiva con lui.

L’ANPI provinciale di Savona esprime i sensi della propria partecipazione al cordoglio della famiglia: «Se ne va una persona importante della storia dell’antifascismo della nostra provincia. Ci lascia  una figura di democratico fortemente impegnato sul piano culturale e politico, un forte antifascista, un uomo capace di impegnarsi a fondo, senza risparmio, per la causa della democrazia costituzionale. Una figura di lucido interprete del cattolicesimo democratico custode dello spirito e della lettera della Costituzione Repubblicana di cui, da giurista, era stato uno dei più importanti interpreti fino a ricoprire, quale ultimo incarico politico, il compito di presidente onorario del Comitato per la Democrazia Costituzionale di Savona».

Nanni Russo, avvocato erede dello studio del padre  fiero antifascista, assieme al fratello Carlo deputato per 6 legislature e più volte ministro, era sempre stato impegnato in politica nelle fila della sinistra democristiana.

Vice – Sindaco del Comune di Savona dal 1966 al 1970, aveva lavorato costantemente nell’ottica dell’incontro tra i cattolici e la sinistra: sul suo nome, nel 1994, si era realizzata una forte convergenza che lo aveva portato ad essere eletto al Senato della Repubblica, incarico poi proseguito nella successiva legislatura.

I funerali avranno luogo questa mattina, lunedì 4 luglio, alle ore 10,00 presso la Chiesa Parrocchiale Santa maria Giuseppa Rossello.