Alassio, al via i percorsi di attivazione sociale delle “borse lavoro”

Alassio. Sono in tutto ventidue, le persone coinvolte nei percorsi di attivazione sociale avviati dall’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Alassio, che hanno preso il via oggi, lunedì 4 luglio. Il progetto delle cosiddette “borse lavoro” prevede contributi a fronte della partecipazione attiva dei cittadini attraverso azioni di pubblica utilità: circa € 500,00 mensili, rapportati alle ore prestate (non più di 20 la settimana) per sei mesi, rinnovabili di altri sei mesi (non oltre un anno).

L’iniziativa si rivolge a persone disoccupate in età compresa tra i 30 anni e l’età pensionabile, con un ISEE non superiore ai € 12.000. A seguito del bando promosso dagli uffici del Comune di Alassio, sono pervenute in tutto 37 domande: a seguito di alcune rinunce, saranno avviati 25 inserimenti, di cui 22 da luglio e 3 da ottobre. Nel dettaglio: undici persone saranno inserite in servizi comunali in veste di operai e giardinieri, una persona sulle spiagge libere, una persona nell’Ecocentro per la raccolta differenziata, una persona al nido d’infanzia come ausiliaria, tre persone per la pulizia dei bagni pubblici, uffici comunali e biblioteca, una persona come aiuto impiegata alla SCA, una come animatrice al centro anziani, una come custode del Palazzetto dello Sport e una per le pulizie del Palazzetto, due persone presso la residenza protetta “Dott. G. Natale” alla reception, e tre persone per la pulizia delle scuole cittadine a partire da ottobre. Tutti i soggetti sono stati sottoposti a regolare visita medica e dispongono di una divisa, oltre a quanto necessario per la loro sicurezza, come prevede la normativa. I soggetti inseriti in servizi comunali hanno una divisa grigia, inoltre ognuno avrà un operatore di riferimento e un “tutor” che li affiancheranno in questa esperienza e saranno regolarmente assicurati.

“Si tratta di un progetto di attivazione sociale molto importante, che coinvolge un numero notevole di partecipanti e, di conseguenza, richiede un grosso impegno da parte dell’Ufficio Politiche Sociali per quanto concerne l’organizzazione generale”, afferma Monica Zioni, Vice Sindaco di Alassio con delega alle Politiche Sociali. “L’Amministrazione Comunale riserva molta attenzione al problema dell’occupazione, in particolare per quelle fasce di età in cui è più difficile rientrare nel mercato del lavoro. Da parte dell’ente, l’impegno economico è rilevante, al fine di sostenere i cittadini in difficoltà, ma anche e soprattutto per la valenza sociale del progetto, con un reinserimento delle persone nel tessuto lavorativo e, conseguentemente, un miglioramento del benessere della persona” conclude il Vice Sindaco Monica Zioni.