Economia: come trovare clienti con una strategia di digital marketing

Strategia di digital marketing, come trovare nuovi clienti

Il marketing digitale è in continua espansione e per le aziende è diventato fondamentale sapere come stare online e come farlo al meglio.

Purtroppo però, dai dati a nostra disposizione, l’ostacolo più difficile da superare è la creazione di una strategia efficace e mirata. E dire che di strategie offline, le aziende ne fanno di continuo per diversi motivi: ma pianificare una strategia digitale prima di aprire un negozio e-commerce a quanto pare è paragonabile al tallone di Achille, di tutte le tipologie di aziende, piccole-medie o grandi che siano.

Secondo un rapporto pubblicato da Ascend2 il 51% dei marketers non ha raggiunto gli obiettivi prefissati online proprio per la mancanza di una strategia digitale, assente ingiustificata per motivi di bilancio, formazione adeguata, ridotta esperienza, mancata analisi e incapacità di dimostrare il reale ritorno di investimento.

Strategia digitale: i punti chiave – Il primo momento di scoramento da parte delle aziende è quello in cui bisogna scegliere su quali e quanti canali essere presenti: i social sono tanti e nascono come funghi.

Scegliere tra Facebook, Twitter, GooglePlus, Pinterest, YouTube, Snapchat, Whatsapp & co. non è semplice e implica un investimento non indifferente sia in termini di tempo che di risorse umane.

Vediamo quali sono i passaggi chiave su cui è fondamentale concentrarsi.

Identifica il tuo pubblico – Di certo è il primo passo per iniziare la scalata verso il successo: devi conoscere gli interessi dei tuoi (potenziali) clienti e come cercano sui motori di ricerca il tipo di servizio che offri e capire anche le parole più efficaci da usare nei tuoi contenuti.

Selezione dei canali – Oggi siamo tutti utenti social e viviamo nel mondo virtuale in modo regolare. Ma in base alla tua attività ci sarà un canale pronto a darti risultati migliori perché mirato al raggiungimento del tuo pubblico ideale.

Ad esempio, se hai un e-commerce di abbigliamento, potrebbe essere meglio focalizzarti su una presenza mirata su Instagram e Pinterest, dove le immagini e la moda la fanno da padrone.
Prova a fare delle ricerche mirate e scopri i canali più adatti a te e al tuo business.

Costruisci la tua fan base – Approfitta di ogni singola visita al tuo sito/blog/ecommerce: offri la possibilità di iscriversi alla tua mailing list, per informare su nuovi prodotti o vendite o eventi o sconti o qualsiasi altra notizia può essere pubblicata direttamente sul tuo sito.

Crea il contatto diretto e umano con i tuoi (potenziali) clienti: partecipa empaticamente alle loro vite, commenta i loro post. Le persone comprano dalle persone!

Crea contenuti di qualità – Concetto ormai trito e ritrito, ma ancora evergreen. Essere presenti online non basta: quello che conta è il valore aggiunto che sei capace di dare ai tuoi clienti. Intanto la presenza di un blog attirerà un numero maggiore di visitatori, potenzialmente interessati ai tuoi prodotti/servizi. La struttura corretta ti aiuterà a trattenere le persone tra i tuoi contenuti (ad esempio con i contenuti correlati o i link ad altri articoli sull’argomento). Un contenuto extra, di approfondimento, dedicato ad un argomento specifico e scaricabile tramite iscrizione alla mailing list può facilitare il primo approccio per l’instaurarsi di una conversazione.

Affidati ai professionisti – Uno, nessuno, centomila: qualunque sia il numero di canali social su cui hai deciso di essere presente, da solo non potrai mai raggiungere i tuoi obiettivi in tempi brevi.

L’organizzazione non basta. Dovresti essere uno, nessuno, centomila per riuscire a gestire la produzione e la pubblicazione di una vasta quantità di contenuti. Per non parlare poi della gestione dei commenti, delle conversazioni, dei messaggi privati… il tutto nelle stesse ore in cui devi gestire anche la tua attività offline.

La soluzione ideale è individuare un team di professionisti di cui ti fidi da coordinare (se hai le conoscenze necessarie) o cui lasciare la guida efficace.

Analizzare i risultati – Sapere quanto tempo trascorre sul tuo un visitatore può esserti d’aiuto per definire meglio la struttura del sito o dei contenuti. Sapere quanti visitatori arrivano sulla pagina dedicata al tuo prodotto/servizio di punta e quanti lo acquistano può esserti d’aiuto per migliorare i testi e le call-to-action del tuo sito.

Il mondo del web ti mette a disposizione un gran numero di strumenti online (free, freemium o premium) che ti permettono di ottenere dati precisi e specifici sugli effetti di ogni tua singola realizzazione strategica. Questi dati devono essere analizzati per poter poi modificare con successo le tattiche da mettere in campo per migliorare la tua presenza.

In conclusione – Marketing tradizionale e digitale sono due facce della stessa medaglia: se riesci a gestirli entrambi in modo efficiente, il tuo business non può che trarne vantaggio. E la gestione migliore è quella disegnata ad hoc sulle abitudini e interessi dei tuoi clienti e che si basa sul tuo rapporto con loro. E tu hai già provato ad adattare sul campo la tua strategia digitale? Siamo curiosi di saperne di più: scrivicelo nei commenti.