Settimana calda e avara di precipitazioni, quella appena trascorsa in Liguria

sole e traliccioSettimana calda e avara di precipitazioni, quella appena trascorsa in Liguria. La prima vera ondata di calore ha portato in alto i termometri con picchi importanti, secondo i dati ARPAL, in particolare nella giornata di giovedì 23 quando le temperature hanno raggiunto i valori più elevati: il record è toccato a Davagna, in provincia di Genova, con 36.6 seguita da Santuario di Savona con 36.5 e Onzo, ancora nel savonese, con 35.9.

Valori elevati anche nei quattro capoluoghi di provincia dove, però, solo in 3 casi (una volta a testa a Genova, Savona e La Spezia) le massime hanno superato la soglia “psicologica” dei 30 gradi. Notti di “sofferenza” per le quattro città tra il 23 e il 25 quando si sono raggiunti valori definiti convenzionalmente “tropicali”, ovvero con una minima superiore ai 20 gradi. Genova e La Spezia hanno, poi, superato questo limite anche il 26 giugno. Il refrigerio? In quota, ovviamente, e soprattutto a inizio settimana, con i 6.6 di Poggio Fearza (provincia di Imperia), i 7 di Loco Carchelli nel genovesato e i 7.1 del Colle di Nava.

Ancora due dati. Il primo è relativo ai venti, sempre piuttosto deboli ai limiti dell’assenza in alcuni giorni. L’altro riguarda le precipitazioni, davvero modesto: i valori massimi arrivano dal savonese, dove, nel pomeriggio di sabato, un debole temporale ha provocato la caduta di un massimo orario di 8,4 millimetri di pioggia a Calizzano.