Plodio, prosegue lo scontro sulla Tari: minoranza presenta un’interrogazione al sindaco

interrogativi 2Plodio. Prosegue la bagarre tra il gruppo di minoranza “Plodio Prima di Tutto” e l’amministrazione Comunale sull’aumento della Tassa dei Rifiuti.
Infatti, la minoranza è intenzionata a vederci chiaro sull’aumento che i cittadini plodiesi dovranno corrispondere alle casse comunali per il pagamento della TARI e per tale motivo ha presentato una interrogazione scritta direttamente al sindaco Gabriele Badano per comprendere, oltre ai vincoli di legge, cosa ha spinto la maggioranza ad approvare delle tariffe più alte rispetto all’anno passato e perché l’aumento interesserà solo le utenze domestiche mentre, invece, le attività produttive si vedranno una cospicua diminuzione.

Secondo i Consiglieri di minoranza, Antonio Cappa, Matteo Caviglia e Gio Lucas Incorvaia, che hanno firmato l’interrogazione, la scelta dell’amministrazione di aumentare le tariffe alle utenze domestiche e di diminuirle alle attività commerciali non è giustificata, da un lato, perché la percentuale della raccolta differenziata è aumentata negli ultimi anni e, dall’altro lato, perché la produzione di rifiuti è sostanzialmente invariata. Inoltre, non è ancora stato chiarito per quale motivo l’amministrazione Comunale abbia aumentato la tariffa solo alle utenze domestiche.

Secondo la minoranza, infatti, l’amministrazione avrebbe potuto bilanciare le tariffe in modo da non farle aumentare ai cittadini, magari, non diminuendole cosi tanto alle attività produttive. “Scopo della nostra interrogazione” conclude il capogruppo Antonio Cappa “è quello di avere risposte chiare da parte dell’amministrazione comunale sulle spese che nei prossimi mesi interesseranno i cittadini plodiesi”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*