Guardia Medica Liguria, Tosi (M5S): “diritto alla salute non è part time”

07 - Fabio Tosi 4Regione Liguria. “La guardia medica notturna non si tocca”. Parola del portavoce del MoVimento 5 Stelle in Regione Liguria, Fabio Tosi, in merito alla paventata abolizione dell’assistenza sanitaria d’emergenza full time.

“Il diritto alla salute non è part time né negoziabile – attacca Tosi – Siamo di fronte all’ennesimo smantellamento dei servizi sanitari primari, specie in una regione, la Liguria, dove i pronto soccorso scoppiano o chiudono, le pubbliche assistenze sono in balie di se stesse e gli ospedali sono costretti a dimettere i pazienti in anticipo per evitare il sovraffollamento”.

“In un simile contesto – prosegue Tosi – immaginate cosa potrebbe accadere in un paese dell’entroterra in caso di una grave emergenza notturna, con i pazienti costretti a recarsi da soli al pronto soccorso e mettersi in fila: persone anziane, malati gravi, persone in emergenza medica, tutti costretti a salire in macchina e a percorrere di notte decine di chilometri sperando di arrivare in tempo. Oppure – per chi se lo potrà permettere – sborsare centinaia o migliaia di euro a qualche privato già pronto ad attrezzarsi”.

Il portavoce pentastellato non risparmia poi una stoccata all’assessore alla Sanità Viale: “Ben venga che l’assessore abbia preso atto del rischio a cui andiamo incontro – conclude Tosi – Stupisce, tuttavia, l’atteggiamento schizofrenico della Giunta di centrodestra, che alza la voce (giustamente) contro il Governo per scongiurare l’ennesimo schiaffo al sistema sanitario, ma intanto in Liguria si prepara a privatizzare la sanità copiando e incollando il modello lombardo”.