A Borghetto S. Spirito… fioriscono le idee

Orto sinergicoBorghetto S. Spirito. Venerdì 10 giugno 2016 alla presenza del sindaco di Borghetto S. Spirito Giovanni Gandolfo, dell’Assessore alla Cultura del Comune di Borghetto S. Spirito Maria Grazia Oliva, del Presidente Massimo Rebella e del Direttore Michele Introna di Confagricoltura Savona verrà inaugurato il risultato del nuovo progetto realizzato dai ragazzi dell’Istituto Medico Pedagogico Di Borghetto (Dipartimento cure primarie ASL 2 Savonese) e da Ludogarden Fattoria Didattica Vivai Michelini Borghetto S. Spirito: l’orto sinergico realizzato a scopi didattici nell’ambito del secondo progetto Fioriscono le idee, Florabilità, naturalmente creativi. Un orto-giardino in cui le piante si aiutano fra loro.

“L’Orto Sinergico – spiega Davide Michelini titolare dell’azienda ospite – è un metodo elaborato dall’ agricoltrice spagnola Emilia Hazelip, riconducibile agli ideali della Permacultura, che sostiene la coltura permanente ed eterna, in quanto auto-rigenerativa e quindi inesauribile. L’agricoltura tradizionale utilizza per lo più metodi di coltivazione che tendono a coltivare intensivamente un’unica specie. Nell’orto sinergico invece le piante vengono messe vicine le une alle altre e le alleanze si scelgono in base al principio della consociazione”.

Il progetto nasce con l’intento di impegnare i ragazzi in un lavoro altamente motivante e – allo stesso tempo – tentare un’integrazione reciproca nel tessuto sociale del luogo in cui essi vivono: i ragazzi hanno infatti libero accesso (in gruppo o con le famiglie) al “loro orto sinergico” che viene utilizzato a scopi didattici con le classi in gita scolastica.

L’orto sinergico – come da trazione- è stato battezzato dai ragazzi con un nome mitologico; Pan in questo caso, dio pastore, della campagna, delle selve e dei pascoli il cui nome significa “tutto”. Proseguono Viviana Siviero e Anna Tassara ideatrici del progetto: “Ci sono pochissimi orti sinergici in Liguria a causa dell’ampia metratura che necessitano in zone povere di spazi come i nostri, rispetto alla produttività che danno, ma sono uno strumento importantissimo per spiegare ai bambini – e non solo a loro – l’origine dei cibi che mangiamo, il biologico e il kilometro zero…”

Per rafforzare ancor più la volontà di integrazione in occasione della manifestazione Floricola, lo scorso aprile, i ragazzi ormai esperti agricoltori, hanno condotto un laboratorio didattica per famiglie in Piazza a Borghetto Santo Spirito.
Il progetto prosegue la prima edizione realizzata nel 2014-15, in cui con gli stessi ragazzi fu realizzata un’aiuola tutta da mangiare, con un centinaio fra erbe aromatiche e fiori eduli, visitata fino ad oggi da oltre 3000 ragazzi e bambini in visita alla Fattoria Didattica Vivai Michelini.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*