“Hai diritto alla musica!”: ritornano i concerti dei solisti dell’Orchestra Sinfonica di Savona

claim DioeAdamo

Savona. Dopo il successo della prima edizione, l’Orchestra Sinfonica di Savona organizza la seconda stagione de “Hai diritto alla musica!”, che si svolgerà tra il 6 maggio e il 10 giugno, poi tra il 4 novembre e il 2 dicembre. I concerti vedranno impegnati i solisti dell’Orchestra cittadina. Ogni serata darà inoltre la possibilità ai giovani studenti dell’Accademia di esibirsi, nell’intermezzo di ogni concerto. Al termine, un rinfresco. La stagione è resa possibile dal Comune di Savona, dal Ministero per i Beni Culturali e dall’Associazione Ferrato.

Si comincia alla grande, venerdì 6 maggio ore 21.00 in Accademia, via Zara 3, con una serata dedicata alle celeberrime Suite per violoncello di Johann Sebastian Bach (Eisenach 1685 – Lipsia 1750). Protagonista il primo violoncello dell’Orchestra cittadina, Claudio Merlo, grande musicista che non ha bisogno di particolari presentazioni.

Scritte fra il 1717 e il 1723 a Kothen, le Suite sono forse le più note opere virtuosistiche per violoncello. In un epoca in cui dominava la viola da gamba, Bach compie una vera innovazione dando una dignità a questo strumento che sarà in seguito una parte imprescindibile dall’orchestra. Saranno in particolare eseguite le Suite n° 2 in re minore BWV 1008 e la Suite n° 5 in do minore BWV 1011. Avvolte da mistero e mai entrate dopo Bach nei repertori concertistici, fu Pablo Casals a “riscoprirle” quando aveva solo 13 anni. Si può dire che le studiò fino all’età di 48 anni, quando, nel 1925, ne fu fatta una prima esecuzione moderna. Da allora la notorietà delle Suite non smise mai di crescere, testimoniando, al pari delle opere per violino solo di Bach, come il Kantor riuscisse a scovare e “danzare” (le suite erano originariamente un insieme di danze) con l’anima stessa dello strumento e della musica.

In sintesi gli altri concerti primaverili.
Venerdì 20 maggio, il Trio “Musica-mente”, Claudio Massola (clarinetti e flauti); Bruno Giordano (clarinetti e sassofoni); Alessandro Delfino (pianoforte). Musiche di Mamudov, Dvorak, Piazzolla e altri.

Venerdì 10 giugno, “Musica alla corte di Federico II” con Marco Bortoletti (flauto) e William Vivino (clavicembalo). Musiche di Quantz, Bon, Graun, der Grosse e altri

ingresso, ore 21,00, 5,00 euro | gratis fino a 12 anni e allievi Accademia | info: 019.824663; i collegamenti per arrivare all’Accademia: autobus linee 1,4, e 6.

L’Orchestra Sinfonica di Savona e l’Accademia Musicale hanno varato per l’occasione una forte campagna, basata sul celebre affresco “la creazione di Adamo”, di Michelangelo, preso dalla Cappella Sistina. Si è giocato sul soggetto, con un Dio, già rappresentato in maniera molto umana dall’autore, che insieme alla vita dona ad Adamo un violino…

I concerti di “Hai diritto alla musica!” partono dall’idea che «la musica (tutta) andrebbe inserita fra i diritti universali dell’uomo. In ambito pop viene spesso utilizzato il media musicale per sensibilizzare ai diritti dell’uomo. Bisogna fare di più. L’educazione alla musica deve essere messa al centro della formazione dell’individuo: l’educazione all’esprimersi in musica e all’ascoltare la musica. Una partecipazione e una condivisione che rafforzano i valori di base della persona, migliorandola. Questi concerti vogliono essere un momento di aggregazione, un nuovo inizio per tutti e in particolare per un quartiere non facile. Hai diritto alla musica, è un linguaggio di pace e di buon sviluppo personale e sociale. Pretendila, è anche tua».