La legge sulla famiglia approda in commissione; Costa: “Spero venga varata i n tempi stretti”

Andrea Costa

Regione Liguria. È iniziato oggi in seno alla II Commissione, Salute e Sicurezza Sociale, l’esame della proposta di legge “politiche regionali di promozione, valorizzazione e sostegno della famiglia”, che ha come primo firmatario Andrea Costa (Gruppo Misto-Ncd Area Popolare), ed è sottoscritta anche da Matteo Rosso (Fdi) .

«Abbiamo iniziato i lavori in commissione con una serie di audizioni che forniscono spunti significativi per migliorare ed arricchire il testo: sono, ovviamente disponibile, ad accogliere proposte migliorative» puntualizza Costa, ricordando che già in occasione del convegno svoltosi nel marzo scorso e organizzato dal suo gruppo consiliare, si è iniziato ad ascoltare la voce delle varie organizzazioni che rappresentano la famiglia. Oggi in commissione le audizioni previste riguardavano Forum Regionale del Terzo Settore; Centri di servizio: C.E.S.P.IM, CELIVO, CESAVO, VIVERE INSIEME; Confcooperative, Lega Ligure delle Cooperative e Mutue, Associazione Generale Cooperative Italiane; Tribunale per i Minori; Forum Ligure Associazioni Familiari; Federazione Regionale Consultori di Ispirazione Cristiana, i Rappresentanti Associazioni di promozione sociale: ARCI, ACLI , AICS e il Coordinatore regionale CARITAS).

«Il Forum delle famiglie ha già avuto modo di esprimere il suo apprezzamento per la nostra proposta di legge che rispetta puntualmente quanto previsto dall’articolo 31 della Costituzione, secondo la quale la famiglia – pilastro fondamentale della nostra società – deve essere sostenuta e deve essere incentivata la nascita di nuove famiglie» dice il consigliere: «Il Forum auspica inoltre, che il nostro testo possa cogliere spunti anche da quelli presentati da altre forze politiche; spero, a tal proposito, di trovare la collaborazione di tutti i componenti della commissione».

Il consigliere sottolinea che per lui e per l’intero centrodestra l’approvazione di questa legge rappresenta una priorità: «Sono ben chiari i valori che caratterizzano questa amministrazione regionale, già affermati con chiarezza in diverse occasioni. – dice – La famiglia costituisce un valore non mutuabile»

La proposta di legge “intende facilitare la formazione di nuove famiglie, rimuovere gli ostacoli economici alla loro creazione e sostenere quelle già esistenti, molte delle quali oggi, a causa della durissima crisi economica, sempre più spesso devono affrontare disagi e precarietà. Tra le misure già previste nel testo, i prestiti con interessi a tasso agevolato ai soggetti in temporanea difficoltà, per il sostenimento di spese scolastiche, sanitarie, sulla base di convenzioni con istituti bancari, finanziari ed enti previdenziali ed assicurativi”.