Savona: giunta approva il Bilancio previsionale 2016

Savona Palazzo del Comune

Savona. In merito all’approvazione del Bilancio previsionale 2016, nel corso della seduta di Giunta del 19 aprile 2016, afferma l’Assessore al Bilancio del Comune di Savona, Luca Martino: “Abbiamo approvato il documento, che farà ora un passaggio in Commissione e poi verrà portato in Consiglio circa a metà maggio. Con questo, desidero innanzitutto sfatare le voci insensate emerse in quest’ultimo periodo, circa una presenta incapacità dell’Amministrazione a giungere all’approvazione. Rispetto agli anni precedenti, in cui, come è noto, avevamo già dovuto apportare tagli ad alcune voci, senza al tempo stesso, lo ricordo, far mancare i servizi essenziali ai cittadini, quest’anno abbiamo dovuto compiere una riduzione tecnica rilevante generale, dovuta al decreto ministeriale del 1.12.2015, a seguito del quale l’elaborazione del bilancio previsionale non può più essere effettuata utilizzando le stime delle banche dati relative ai tributi comunali come Imu e Tasi, ma basandosi sulle riscossioni effettuate nell’anno precedente. Le minori entrate nel bilancio previsionale 2016, rispetto al previsionale 2015, sono pari a circa 3.216.000,00, che comprendono addizionale IRPEF, IMU, Tasi, dividendi di società (ricordo la cessione delle quote dell’Autostrada dei Fiori) , trasferimenti statali e regionali ed altro. Le riduzioni su un totale di spesa corrente pare a circa 60.000.000,00 di euro dal previsionale 2015 al previsionale 2016 sono pari a circa 2.400.000,00. In realtà, ciò va incidere sui circa 30.000.000 di spese effettive; infatti abbiamo potuto operare riduzioni solo sulle spese comprimibili (che escludono ad esempio i contratti già in essere). È stato un lavoro corale, svolto insieme a tutti gli assessori, di valutazione complessiva del fabbisogno di tutti i servizi da erogare che, sottolineo, anche questa volta, ha avuto prioritaria l’esigenza di non far venire meno un singolo servizio, a fronte di una rimodulazione di alcuni di essi, come quelli in capo ad ATA e a TPL, che continueranno ad essere garantiti con piani di gestione ora in corso di studio.”

Su questo punto, l’Assessore ai Servizi alla Persona Isabella Sorgini ha sottolineato: “Proseguendo la scelta che ha contraddistinto il doppio mandato della Giunta Berruti, anche in questo bilancio il capitolo dei servizi sociali non ha avuto riduzioni, se non in misura molto ridotta, perché obiettivo primario è proseguire nell’erogazione di questi importanti servizi. Di questo ringrazio i colleghi di Giunta. L’ultimo bilancio rappresenta dunque lo spirito con cui abbiamo operato in questi 10 anni”.

Prosegue l’Assessore Martino: “Desidero anche allontanare un altro spettro, evocato anch’esso in più riprese negli ultimi tempi, relativo alla “bomba derivati”. Nonostante il previsto avvio nel 2016 dei flussi negativi del contratto swap, si è registrato nel bilancio previsionale 2016 un risparmio di spesa di circa 600.000,00 euro relativamente alla spesa di indebitamento, in quanto a fine dicembre 2015 abbiamo estinto i 137 mutui accesi con la Cassa Depositi e Prestiti circa 10 anni fa pari all’importo di euro 1.377.986,00. Terzo e ultimo punto che voglio toccare è quello della pressione fiscale. Il passato aumento della pressione fiscale è stato un “male necessario” per poter continuare a garantire ai cittadini i servizi essenziali. Ora, il combinato disposto tra il risparmio di circa 3.300.000,00 euro di TASI 2016 sull’abitazione principale (abolita con atto del Governo) e la riduzione del costo del servizio di raccolta dei rifiuti pari a circa 2.000.000,00 (che comporterà una pari riduzione della TARI 2017), porterà ad una riduzione della tassazione locale complessiva per i savonesi pari a circa 5.300.000,00. Un risparmio che lasciamo per il futuro ai cittadini e all’Amministrazione che verrà.”

L’Assessore alle Politiche Giovanili, Cultura e Ced, Elisa Di Padova ha rassicurato che, nonostante la riduzione del relativo capitolo di spesa, i servizi relativi (ad es,. L’orario apertura musei civici) non subiranno tagli e ha ricordato l’importante apporto di sponsor, associazioni e vari soggetti che, insieme all’Amministrazione, hanno permesso lo svolgersi di molte attività in questi anni.

Infine, anche l’Assessore alla Partecipazione e ai Quartieri Sergio Lugaro ha voluto ringraziare i colleghi di Giunta per l’impegno profuso nella difficile elaborazione di un bilancio con una importante riduzione di spesa, a fronte di un proseguimento dei servizi erogati. Ha sottolineato, inoltre, la concessione in questi anni, a titolo gratuito, delle 47 sedi ad associazioni cittadine, il cui apporto è fondamentale in periodi di grave crisi economica come quello che stiamo vivendo. Un apporto importantissimo che l’Amministrazione ha voluto riconoscere, anche con il mancato introito dalla concessione delle sedi.