Cresce la presenza ligure negli organi nazionali di Confagricoltura

olive e olio generica

Roberto Fiumara, giovane imprenditore agricolo sanremese è stato eletto stamane, a Roma, nel consiglio nazionale dell’Anga – Giovani di Confagricoltura. L’assemblea elettiva, che ha rieletto il calabrese Raffaele Maiorano alla presidenza nazionale dei Giovani, ha scelto Roberto come consigliere in rappresentanza dei Giovani del Nord Italia.

Fiumara – titolare di una giovane azienda, di costituzione e conduzione, dato che è nata nel 2012 – coltiva fiori recisi e piante in vaso con delocalizzazione anche in Piemonte. Ingegnere, multitasking per definizione, Roberto Fiumara guida da anni i Giovani di Confagricoltura Liguria, sempre più attivi sul territorio, dalle “lezioni” all’Istituto Agrario Aicardi, per trasmettere ad altri giovani la bellezza di lavorare in floricoltura, alle ormai consolidatissime “Floranga” – mostra concorso che negli ultimi anni ha visto un successo enorme di critica e pubblico in quel del Palafiori di Sanremo.

Non vanno dimenticati il bellissimo francobollo sulle “eccellenze italiane” fortemente voluto da Fiumara e realizzato dal Ministero lo scorso anno, proprio per degnamente rappresentare il valore della floricoltura ligure nel mondo; e le partecipazioni alle ultime edizioni dei “carri fioriti” con le bellissime composizioni del carro della Città di Sanremo.

Anche il Sindaco di Sanremo, Alberto Biancheri, ha voluto esprimere la sua felicità per questa nomina con un semplice sms, quasi a testimoniare come il mondo imprenditoriale dei Giovani di Confagricoltura sia fondamentalmente fatto da imprenditori social, e sempre più capaci di vivere un’agricoltura ormai 3.0

La nomina di Roberto Fiumara fa ulteriormente crescere la presenza ligure negli organi nazionali di Confagricoltura.

“Le nomine degli ultimi anni, in seno agli Organi Confederali – sottolinea una nota di Confagricoltura Liguria – testimoniano la bontà del lavoro fatto da anni in Liguria, nonchè l’alto profilo dei suoi dirigenti, impegnati, tra le altre cose, in una grande riorganizzazione strutturale di Confagri in Liguria”.

Sono tanti, quindi, i Liguri “in quel di Roma”, dal sanremese Andrea Mansuino, membro della Giunta nazionale di Confagricoltura, con delega all’internazionalizzazione, per passare al loanese Luca De Michelis, già vicepresidente della sezione florovivaistica nazionale. Non solo, vanno ricordati Cosimo Melacca, finalese già presidente nazionale di Agriturist, nel cui consiglio siede anche Alessandra Cambiaso, titolare di un bellissimo agriturismo a Bogliasco (GE).

Presenze di alto profilo che testimoniano come una “piccola” regione agricola come la Liguria, possa esprimere eccellenze che non a caso producono eccellenze in floricoltura come nell’agroalimentare.