Albenga, “I viaggi infiniti”: mostra a Palazzo Oddo

01 -  muse 2016  chiara -de mari 2016 313 (3)

Albenga. Il giorno 20 aprile 2016 alle ore 17,00 avrà luogo nelle sale del Palazzo Oddo e della Biblioteca Civica “ S. Comanedi “ di Albenga l’inaugurazione della mostra conclusiva del progetto “I viaggi infiniti: gli esodi alla ricerca delle terre promesse” , realizzato grazie al contributo della Fondazione “A. De Mari” di Savona.

L’iniziativa, curata dalla Prof. Cinzia Vola, è stata sostenuta dal Comune di Albenga , dalla Coop Liguria , dal Caffè Matteotti di Albenga, e dallo Studio Grafico FiveO’Clock di Finalborgo.
Il progetto, esteso sul territorio savonese, è stato attuato dalle insegnanti e dagli allievi delle scuole primarie appartenenti agli I.C. di Albenga1- plesso Vadino, Albenga2 –plesso Paccini, Ceriale – plesso Leca d’Albenga, Andora – plesso Laigueglia, Borghetto-Val Varatella – plesso sede , Loano- plesso Valerga, Pietra Ligure – plesso La Cornice , Finale Ligure-plesso sede, Spotorno e Noli – plesso Noli, per un totale di 15 classi e 357 allievi.

Spiega Cinzia Vola: «l’attività è consistita nello studio , attraverso le opere pittoriche di importanti artisti moderni, dei movimenti migratori dei popoli in fuga dalla guerra , dalla povertà e dallo sfruttamento, alla ricerca di nuovi territori ove poter dimorare: il progetto costituisce ideale ma anche fattuale continuazione del precedente “Il viaggio immaginato”, ed ha voluto costituire un’ analisi delle profonde motivazioni del viaggio dei popoli alla ricerca di un “altrove nel mondo” e nello stesso tempo una valorizzazione delle diverse culture in omaggio agli ideali di fratellanza, di rispetto, e di uguaglianza fra tutti gli esseri umani».

«Le opere saranno esposte in concomitanza della ricorrenza della festa della Liberazione e di quella di tutti i Lavoratori, sottolineando così tutte le dinamiche sociali e civili esaminate nell’ambito dell’attività svolta: l’orrore della guerra, la privazione della libertà, lo sfruttamento dell’essere umano, l’annullamento della dignità, sono i fenomeni storici che sono stati analizzati tramite l’esegesi delle opere pittoriche reinterpretate dagli alunni con la propria manualità e rivissute secondo la propria sensibilità. La furia distruttrice di Guernica di Picasso , impietosa e brutale, il Veliero di Dalì speranzoso di farfalle e foriero di una nuova esistenza, l’indigenza dei Peones di Rivera, piegati dalla miseria ma dignitosi nelle movenze, “I Costruttori” di Leger, gli “Operai siderurgici della Ford di Detroit” dipinti da Rivera, sono state alcune delle tappe del viaggio che i bambini hanno compiuto insieme all’umanità di ogni tempo e di ogni latitudine alla ricerca di una terra di pace e libertà, di serenità e civile fratellanza , di pacifica convivenza; una terra che, come dimostra l’ attualità , ancora non è concessa a tutti i popoli».

«È grazie alla particolare sensibilità della Fondazione “A.De Mari”, finanziatrice del progetto, nonché all’autorevole intervento del Comune di Albenga che l’iniziativa abbia potuto trovare realizzazione. L’ esposizione finale vuole rendere pubblico omaggio a questi Enti che in una dimensione sociale ancora troppo spesso contrassegnata da posizioni di egoistica protezione dei propri interessi e di opportunistico rifiuto apportano il proprio contributo di disponibilità all’accoglienza e all’integrazione ed inclusione delle diverse culture, all’insegna di ideali di civile convivenza e pacifica coesione».

La mostra prevede l’esposizione di 17 gigantografie, e di numerosi elaborati grafici degli alunni, che si sono confrontati con le opere pittoriche di : Keith Haring, Diego Rivera, Pablo Picasso, Fernand Leger, Henri Rousseau il Doganiere, Henri Matisse, Salvador Dalì, e miniaturisti medievali del Beatus e , costituirà spunto di riscoperta e valorizzazione del territorio esaltandone le risorse; fra l’altro, i visitatori potranno, prima di proseguire il “viaggio”, effettuare una sosta presso il Caffè Matteotti di Albenga, ove troveranno specialità dolciarie provenienti anche dal meridione d’Italia.

La mostra sarà visitabile fino al 1 maggio, con orario: dal martedì alla domenica 10.30-12,30/15,30-18,30 Palazzo Oddo-3^piano; dal martedì al venerdì 10 /19 – sabato 10/15 presso la Biblioteca Civica S.Comanedi.
Alcune opere, realizzate dagli alunni della scuola di Borghetto, temporaneamente verranno esposte dal 23 al 24 aprile a Borghetto S. Spirito nell’ambito della manifestazione “ Floricola 2016”.