Albenga, Polo scolastico: il Comitato territoriale mobilita il ponente savonese per una soluzione smart

interrogativi 2

Albenga. Sarà all’insegna della mobilitazione generale l’incontro pubblico organizzato dal Comitato territoriale per presentare la sua proposta per la realizzazione di un Polo scolastico innovativo.

Domenica 17 aprile, alle ore 17, presso l’auditorium San Carlo di Albenga, infatti, se al tavolo degli interventi si avvicenderanno il Presidente del Comitato territoriale Franco Stalla, cui spetteranno gli onori di casa, il presidente del Consiglio d’Istituto “Giancardi -Galilei – Aicardi”, Enrico Isnardi, che presenterà il progetto, il Sindaco Giorgio Cangiano e la dirigente scolastica Simonetta Barile che esporranno il punto di vista dell’Amministrazione comunale e degli Istituti scolastici, gli invitati saranno rappresentativi di tutto il ponente savonese.

“La situazione di grande difficoltà, dovuta principalmente alla mancanza di strutture idonee, che stanno vivendo gli istituti scolastici secondari presenti nel Comune di Albenga coinvolge tutto il ponente savonese”, spiega Franco Stalla, “abbiamo chiesto la partecipazione anche degli amministratori dei Comuni in cui risiedono i ragazzi che frequentano il Liceo Giordano Bruno, l’Istituto Tecnico Galileo Galilei e l’Istituto Agrario Aicardi perché, solo mediante un proficuo confronto, si potrà costruire il futuro del nostro comprensorio scolastico. Una realtà scolastica come la nostra, di lunga tradizione e di grande importanza per i giovani del territorio, merita la massima attenzione da parte delle Istituzioni ed è quello che noi chiederemo: la condivisione e l’impegno per la miglior soluzione di problemi che da troppo tempo stanno assillando studenti e genitori”.

“Da gennaio 2016 abbiamo a disposizione una struttura moderna e facilmente agibile che potrebbe permetterci, con poca spesa, di ridurre da otto a due le sedi degli Istituti scolastici presenti sul territorio albenganese” spiega Enrico Isnardi “il nostro progetto è una soluzione di buon senso che ben si colloca in una Città come Albenga che si è recentemente candidata a diventare una moderna smart city e che, attraverso un Polo scolastico innovativo, potenzierebbe il servizio offerto a tutto il territorio. È un’occasione che non dobbiamo lasciarci scappare”.