Turismo, Federalberghi Savona: bilancio soddisfacente per Pasqua; aprile e maggio rimangono un’incognita

Andrea Valle
Andrea Valle

Savona. Nonostante quest’anno la Pasqua sia venuta un po’ prima dal punto di vista temporale e le previsioni non bellissime abbiano leggermente frenato le prenotazioni, il trend è stato a tutti gli effetti positivo. Sono arrivati soprattutto italiani, ma non sono mancate le presenze di svizzeri, francesi e tedeschi soprattutto nel finalese.

«Un’iniezione di ottimismo per il turismo rivierasco – conferma Andrea Valle Presidente di Federalberghi Savona – seppur la Pasqua non è stata da tutto esaurito siamo pienamente soddisfatti. Le località di montagna sono state avvantaggiate dalle ultime nevicate e, nonostante le previsioni meteo non siano state incoraggianti i turisti sono arrivati. Le prenotazioni sono state principalmente last minute, ormai si prenota sotto data -continua Valle- anche il giorno stesso della partenza dopo aver consultato il meteo. Aspettiamo ora l’arrivo del ponte del 25 Aprile -continua Valle – speriamo di ripetere e di poter affermare un vero e proprio tutto esaurito!».

Rimane però la grave preoccupazione per i mesi di aprile e maggio: «Nella maggior parte delle nostre località turistiche uno dei problemi principali per gli operatori è costituito dalla bassa stagione, ovvero dalla difficoltà di trovare modalità per attrarre clientela in periodi di scarsa richiesta. Le nostre località hanno una stagionalità breve, che non ci consente di raggiungere tassi d’occupazione sufficienti nell’arco dell’anno tali da “diluire i costi fissi” di gestione» conclude Valle.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*