Ospedale San Giuseppe di Cairo, Vaccarezza:”Servono soluzioni per il territorio”

Vaccarezza in consiglio

È stata approvata questa mattina durante la seduta del Consiglio regionale la mozione a tutela dell’Ospedale San Giuseppe di Cairo Montenotte presentata dal Presidente del Gruppo Forza Italia Angelo Vaccarezza.

Il documento, segue la raccolta firme di sabato 9 gennaio scorso, quando le forze politiche di tutti gli enti della Liguria si sono incontrate proprio di fronte al nosocomio valbormidese per chiederne la classificazione in Ospedale di Area disagiata; tale classificazione potrebbe essere una delle soluzioni per alzare il livello di attenzione sulle criticità del territorio. L’atto approvato stamani è stato anticipato nelle scorse settimane dall’acquisizione di diverse delibere da parte dei sindaci della Valle per tutelare il San Giuseppe di Cairo Montenotte.

“Ci troviamo ad affrontare problemi causati da anni di scarsa attenzione ad un territorio delicato come quello dell’entroterra della provincia di Savona – ha dichiarato il Capogruppo – la speranza è che questa sia occasione affinché il territorio lavori in sinergia per avere un risultato concreto; se questo accade, ci saranno anche le condizioni che possono portare la Valbormida ad avere finalmente una Sanità adeguata alle sua attenzioni.
C’è bisogno di un lungo lavoro per poter fare il salto di qualità necessario, ma sono anche convinto che lavorando e facendo sistema possiamo dare ampio respiro ad una zona dove l’utenza richiede attenzioni importanti”.

“Qui non c’è divisione alcuna, anzi. Questo può essere il primo passo per dare inizio a un disegno complessivo più ampio, che colleghi tutti i nosocomi della Regione e dia una visione globale dell’intero sistema sanità, che ne definisca anche geograficamente potenzialità e criticità eventuali, dando quindi la possibilità di implementare laddove vengano evidenziate carenze, e sottolineare le eccellenze mediche. Tutto questo ha come fine ultimo la completa, totale soddisfazione del paziente, qualunque sia il settore di rifermento”.

“All’interno della mozione sono puntualmente illustrate le criticità che il territorio si è trovato ad affrontare dopo il depotenziamento del nosocomio in punto di primo intervento, e la richiesta che vengano utilizzati tutti gli accorgimenti tecnici necessari, ivi compresa la classificazione di ospedale di area disagiata per salvaguardarne l’operatività più completa e dare un più ampio respiro alla richiesta medica di un territorio che ha pagato più di altri scelte poco accorte e certamente non adeguate alle sue esigenze”, conclude Vaccarezza.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*