Albenga: nasce il biglietto unico per l’accesso ai musei Ingauni

Biglietto Musei gruppo

Albenga. L’idea di realizzare un biglietto unico cumulativo, che permettesse l’accesso al turista in tutti i musei del territorio albenganese, gestiti dalla Fondazione G.M. Oddi, spiegano l’iniziativa Francesca Giraldi e Giovanni Gasco, «nasce come servizio messo a disposizione del turista che giunge per visitare, scoprire e apprezzare le ricchezze che la città di Albenga offre. Si è pensato, quindi che potesse essere di grande utilità e lungimiranza, offrire la possibilità di acquistare un unico biglietto che consenta l’accesso a tutte le strutture museali. In tal modo, si mira ad ottenere il duplice risultato di incentivare la conoscenza delle potenzialità culturali della città da parte del turista e una maggiore promozione dei musei a costo zero, infatti il pubblico interessato ad una singola realtà, sarà esortato a scoprire anche le restanti strutture».

«Siamo veramente lieti che a tale iniziativa abbia aderito il “Museo Sommariva – La civiltà dell’Olio”, dando vita ad una sinergia tra pubblico e privato, finalizzata alla valorizzazione della cultura storica, archeologica e demoetnoantropologica di Albenga. La collaborazione è volta ad unire le forze, nonostante il periodo difficile, per presentare una realtà cittadina più accattivante ed invogliare il turista a scoprire tutti i lati della nostra meravigliosa città. Fino ad oggi i musei sono stati entità indipendenti l’una dall’altra, ma la nuova rete che si è venuta a creare consentirà un nuovo approccio unitario e più efficace per la promozione della città.

«Speriamo in questo modo di incentivare, oltre ai turisti, anche le famiglie a trascorrere qualche pomeriggio al museo con i loro figli, per curiosare insieme nell’Albenga antica, dei nostri nonni e del presente. Cogliamo l’occasione per annunciare che, dopo poco più di un anno di intenso lavoro, il conto economico della Fondazione Oddi è risanato, abbiamo infatti chiuso il bilancio 2015 quasi in pareggio, nonostante all’insediamento del nuovo CdA nel 2014, la Fondazione era gravata da una perdita economica di euro 142446,65. Questo a dimostrazione che quando si fa il proprio lavoro, gratuito nel caso degli amministratori e remunerato nel caso dei dipendenti, con passione e dedizione, si possono traguardare obiettivi difficili che forse, a prima vista, sarebbero sembrati impensabili», concludono Francesca Giraldi e Giovanni Gasco.

Con il biglietto unico, al costo di 6€ l’intero e 3€ il ridotto, il turista potrà accedere a:
– mostra “Magiche Trasparenze”, presso Palazzo Oddo;
– “Centro multimediale dell’Isola Gallinara”, presso il fortino cinquecentesco;
– “Museo Navale Romano”, presso Palazzo Peloso Cepolla;
– “Museo civico ingauno”, presso Sala dei consoli del Vecchio Palazzo del Comune;
– “Museo Sommariva – La civiltà dell’olio” presso via Mameli 7, dove oltre alla visita verrà offerta una degustazione gratuita di prodotti tipici della nostra Piana.

Il titolo, una volta acquistato, non avrà scadenza e potrà essere utilizzato per effettuare un singolo ingresso per ogni museo.
L’acquisto del biglietto unico potrà essere effettuato da martedì 22 marzo, la settimana di Pasqua, presso le biglietterie di Magiche Trasparenze, del Museo Navale Romano e presso la biglietteria del Civico Museo Ingauno. Quale miglior occasione per iniziare a riscoprire le bellezze di Albenga se non il periodo in cui il Comune organizza l’affascinante “Fior d’Albenga”?

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*