Piaggio Aero e crisi occupazione: Regione chiede l’intervento del governo nazionale

Durante il Consiglio regionale di ieri è stato approvato all’unanimità Piaggio Aero Evoun ordine del giorno, sottoscritto da consiglieri di maggioranza e opposizione, relativo alla situazione occupazionale dell’Azienda Piaggio Aero e la esternalizzata LaerH. Tra l’altro, si impegna la Giunta Toti a chiedere l’intervento del governo nazionale a sostegno della Piaggio Aero in regione Liguria, tenuto conto che nel 2007 Piaggio ha sottoscritto un accordo di programma in cui la stessa si impegnava a garantire i due siti produttivi di Finale Ligure, attraverso il trasferimento, presso Villanova e Genova, dell’avvio delle produzioni sul nuovo P180.

Si impegna inoltre la giunta a lavorare con il governo a  favore del necessario e indispensabile intervento per il sostegno dei livelli occupazionali  ora concretamente a rischio  a causa della mancanza di liquidità finanziaria.

Si impegna, infine, la giunta a chiedere che il governo monitori l’azienda, che si trova  in regime di legge 21/2012 (Golden Power) che vieta la cessione  di tutta la Società o di parti di essa nonché la vendita delle tecnologie senza l’assenso dei ministeri coinvolti, ricordando che la Piaggio, inoltre, è azienda direttamente finanziata attraverso i fondi della legge 808 del 1985.