“La preda. Silenzio nel nome di Dio”: i casi italiani e savonesi di pedofilia

The prey

Savona. Sabato 20 febbraio alle ore 18 presso la Libreria Ubik di Savona sarà proiettato “La preda. Silenzio nel nome di Dio”, un film/documentario sui casi italiani e savonesi di pedofilia, a cura di Silvia Luzi e Luca Bellino, trasmesso dalle Tv di 40 Paesi in tutto mondo, ma ancora inedito in Italia.

Parteciperanno all’incontro – a cura dell’UAAR e della Rete l’Abuso – Francesca Marzadori (referente UAAR) e Francesco Zanardi (Presidente Rete L’Abuso.

«Per i milioni di devoti cattolici nel mondo – si legge nella presentazione dell’evento – la Chiesa è un luogo di pace, di santità e di serenità per adorare Dio. Ma per alcuni bambini della parrocchia, è dietro le alte mura della Chiesa dove si scatena l’inferno. La Chiesa cattolica ha circa 50 milioni di bambini all’interno delle sue Congregazioni sparse in tutto il mondo, eppure il Vaticano pare non abbia adottato ancora nessuna politica di protezione dei bambino. C’è un’unica politica rivolta a mantenere le cose come profondamente sepolte in segreto il più possibile? Una storia di secoli che continua ancora oggi. Quanto conosciamo di essa? Quanto è informazione o disinformazione e quanto deve rimanere tabù? Marzadori (UAAR) e Zanardi (Rete L’Abuso) illustreranno la panoramica italiana, fino agli ultimi casi giudiziari ancora aperti e altri da aprire».