Confprofessioni : fari accesi sullo Statuto del lavoro autonomo

Governo e parlamento, sindacati e liberi professionisti intorno a un computer penna foglio mano xG00tavolo per analizzare i punti di forza e di debolezza del Jobs act del lavoro autonomo. Dopo il via libera di Palazzo Chigi allo statuto del lavoro autonomo, Confprofessioni chiama a raccolta i principali protagonisti legislativi che hanno messo nero su bianco le nuove norme a favore di partite Iva, free lance e liberi professionisti.

«Lo Statuto del lavoro autonomo» è il titolo del convegno, promosso da Confprofessioni Lazio, in collaborazione con Ebipro e Cadiprof, che si terrà il 18 febbraio a Roma in Piazza di Pietra presso la Sala del Tempio di Adriano della Camera di Commercio di Roma a partire dalle ore 9.00 (sino alle 13.00).

L’iniziativa, coordinata dal presidente di Confprofessioni Lazio, Andrea Dili, sarà articolata su tre tavole rotonde. La prima dal titolo “Il jobs act del lavoro” vedrà la partecipazione di Lucia Valente, assessore al Lavoro della Regione Lazio; Nunzia Catalfo, Commissione Lavoro del Senato; Maurizio Del Conte, presidente Anpal; Chiara Gribaudo, commissione Lavoro della Camera; Andrea Mandelli, commissione Bilancio del Senato.

I lavori proseguiranno con l’incontro sul tema “La previdenza dei professionisti”, dove interverranno Cesare Damiano, presidente della commissione Lavoro della Camera; Maurizio Sacconi, presidente della commissione Lavoro del Senato e Alberto Oliveti, presidente dell’Adepp. L’ultima sessione dei lavori sarà dedicata al dibattito dal titolo: «Dal diritto del lavoro ai diritti dei lavoratori”, con il sottosegretario al Lavoro, Luigi Bobba, il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso; il presidente nazionale di Confprofessioni, Gaetano Stella.