Liguria: che n’è stato del “Fondino” per il Trasporto pubblico locale?

lunardGiovanni Lunardon (Pd) ha presentato oggi in Consiglio regionale un’interrogazione, sottoscritta dai colleghi di gruppo Raffaella Paita, Sergio Rossetti, Valter Ferrando e Luca Garibaldi, sull’erogazione delle risorse per finanziare il cosiddetto “Fondino del TPL”, lo strumento predisposto nella passata legislatura per attivare procedure di esodo anticipato e di mobilità del personale delle aziende di trasporto pubblico su gomma.

«Spetta alla Giunta regionale determinare le modalità dell’intervento – ha spiegato – prevedendo la concessione dei contributi a fronte della dimostrata riduzione dei costi del personale e della corrispondente riduzione di organico a parità o incremento del servizio offerto. Ricordo che le risorse ci sono e sono state individuate fino al limite di 1 milione di euro annui per 12 annualità. Chiedo quindi alla giunta – ha concluso – i motivi del ritardo nell’attuazione di questo strumento».

Per la giunta Toti ha risposto l’assessore ai trasporti Gianni Berrino il quale ha sottolineato che Regione non ha la maggioranza nell’Agenzia regionale di trasporto pubblico. «L’Agenzia, anche su richiesta della Regione, – ha aggiunto – per accelerare l’erogazione del fondino sta attuando una procedura semplificata di ricerca per arrivare alla chiusura entro il 29 febbraio di quest’anno. Nelle more di ciò, a dicembre, la Regione, visto che il rateo di 1 milione di euro destinato al mutuo del 2015 non era stato versato perché non era stato ancora sottoscritto il contratto con l’Istituto di credito, ha elargito il primo milione di euro su accordo delle cinque società che in oggi gestiscono il trasporto pubblico in Liguria: circa 650 mila euro a Riviera Trasporti, che era quella che aveva già anticipato i fondi per i prepensionamenti, e 350 mila euro a ATP».

Berrino ha annunciato che è stato anche sottoscritto dalla Regione e dall’Agenzia un impegno che, se entro il 29 di febbraio la procedura per l’erogazione del fondino non avrà ancora portato alla sottoscrizione del contratto, la Regione Liguria elargirà l’ulteriore milione rateo del 2016 alle Aziende che ne faranno richiesta.
Lunardon ha dichiarato che verificherà che la Regione faccia la sua parte.