Verso la prima edizione della Granfondo della Riviera, la “Specialissima di Andora”

Depuratore ingauno panoramica costa1 xG00

Andora. Domenica 3 Aprile 2016 si correrà ad Andora la prima edizione della Granfondo della Riviera, la “Specialissima di Andora”.

La gara su strada coprirà una distanza di 105 Km, la partenza da Andora sarà alle 9.30, poi si proseguirà per Stellanello, Testico, Passo del Ginestro (rifornimento), Cesio, Torria, Chiusanico, Gazzelli, Chiusavecchia, SS28, Lucinasco (rifornimento), Ville San Sebastiano, Ville San Pietro, Conio, Poggialto, Aurigo, Passo Guardiabella, Colle San Bartolomeo, Passo del Ginestro (rifornimento), Testico, Stellanello ed arrivo ad Andora.

Per la prima volta in una Granfondo vi sarà un rilevamento cronometrico nel coso della gara, precisamente nel tratto fra Stellanello, testico ed il Passo del Ginestro, 14 km di ascesa che incoroneranno un vincitore assoluto della montagna, una vera e propria “cronoscalata” .

Il dislivello della gara sarà di 1990 m+ con un’altitudine massima di 778 m.

La Granfondo della Riviera darà anche il via alla Coppa Piemonte 2016, essendo la prima tappa del circuito.

Sabato 2 Aprile 2016 aprirà la Granfondo una gara ciclostorica che coinvolgerà la città di Andora e l’immediato entroterra della Val Merula su un tracciato di 32 km con partenza alle ore 14.00 da Piazza Martiri della Libertà, saranno presenti cicli e moto d’epoca e veicoli storici Fiat Club.

Contestualmente alle gare si svolgerà la prima edizione del Best Bike Festival, nei giorni 2 e 3 Aprile ad Andora in Piazza Caduti di Nassiriya sarà allestita la Cittadella del Festival, una grande esposizione sulle ultime novità del ciclismo moderno. Per tutta la giornata di sabato 2 saranno altresì presenti numerosi stand di vari sport, si alterneranno sul palco delle manifestazioni molti spettacoli promozionali di varie discipline sportive. Nel parcheggio del mercato adiacente alla Cittadella vi sarà il Mercato Storico del Ciclismo e presso il Palazzo Tagliaferro di Andora sarà visitabile la mostra fotografica “Bici d’altri tempi”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*