Agrinsieme Liguria incontra ministro Martina: ribadite priorità danni alluvionali e passaporto verde

Approfittando della presenza a Genova del Ministro dell’Agricoltura 10 Alluvione Albenga e sopralluogo Paita 12-11-2014Martina e «grazie al lavoro di sensibilizzazione che nelle scorse settimane Agrinsieme ha sviluppato attraverso i Parlamentari Liguri (Giacobbe e Tullo in particolare) è stato possibile, in un breve ma efficace incontro, rappresentare al Ministro le problematiche più volte denunciate».

Sui danni alluvionali del novembre 2014 il Ministro ha ribadito la sua attenzione e quella del Governo, non nascondendo le difficoltà di reperire le risorse sufficienti a rispondere in modo adeguato alle necessità delle aziende. ” Il mese di febbraio sarà dedicato a completare il censimento dei danni e alla ricerca delle risorse in un rapporto stretto con il Ministero dell’economia” ha concluso il Ministro.

Sull’altra grande emergenza, la Xylella, e in particolare al rilascio del “passaporto verde” in tempi brevi, fermo restando che la procedura è in capo alle Regioni, il Ministro si è reso disponibile a sostenere la proposta di Agrinsieme Liguria (che rappresenta anche nella nostra regione il coordinamento di Cia Liguria, Confagricoltura, Confcooperative e Legacoop Agroalimentare) finalizzata a mettere in atto una procedura semplificata che, forte dell’operare in zone esenti da infezione, preveda il rilascio immediato del passaporto in base a dati autocertificati dal produttore e la conferma dello stesso a seguito di controlli puntuali del servizio fitosanitario nei 60/90gg giorni successivi.

“Mi pare che sia una proposta interessante – ha osservato il Ministro – che mi sento di proporre al Responsabile dei servizi fitosanitari nazionali e, fatta salva la una verifica di compatibilità normativa, verificarne la concreta attuazione”.

“Crediamo che il confronto con il Ministro – affermano i vertici di Agrinsieme Liguria – sia stato positivo nei toni e nei contenuti, certamente vedremo come si evolveranno le questioni poste nelle prossime settimane, abbiamo avuto la sensazione di una conoscenza dei problemi posti, frutto anche del lavoro svolto da Agrinsieme verso i Parlamentari Liguri, e della loro azione verso il Ministro. Ora è necessario perseverare nell’azione per rendere concreti gli impegni e le disponibilità manifestate dal Ministro. In questo senso, siamo certi di poter contare tanto sull’apporto dei Parlamentari Liguri quanto sull’azione della Regione che svolge un ruolo di primaria importanza nella fase di riparto dei fondi per le calamità e nel rapporto con il servizio fitosanitario nazionale”.