Sport, Valente (M5S): “Ok proroga su defibrillatori, ma la Liguria si attivi subito”

“È giusto che venga data una proroga sull’obbligatorietà della Simone Valentedotazione di defibrillatori semiautomatici per le società sportive dilettantistiche, ma è grave che il governo negli ultimi mesi abbia ignorato il problema riducendosi ad intervenire in extremis”. Così commenta il deputato savonese Valente la recente decisione del Ministero della Salute di intervenire sulla proroga dei termini.

“Con decreto ministeriale dell’11 gennaio scorso – afferma Simone Valente – il ministero si è finalmente reso conto che doveva adoperarsi con urgenza al fine di prorogare il termine di adeguamento a carico delle società sportive dilettantistiche di munirsi di defibrillatori ma mi auguro vivamente che nei prossimi mesi la Regione Liguria esegua opportuni monitoraggi al fine di verificare periodicamente che le società rispettino i requisiti previsti nonché i termini di legge, perché se queste vengono lasciate nuovamente da sole, come finora è accaduto, ci ritroveremo esattamente nella medesima situazione di incertezza”.

“Solo il 5 ottobre scorso la Liguria ha recepito l’accordo Stato-Regioni contenente gli indirizzi per il riconoscimento dei soggetti abilitati all’erogazione di corsi di formazione sull’uso del DAE ma restano alcune criticità riferibili alla disomogeneità tra le Regioni relativamente ai criteri di utilizzo; in occasione dell’esame del decreto milleproroghe presenterò un emendamento al fine di prorogare a gennaio 2017 il termine in capo alle società sportive dilettantistiche di dotarsi di defibrillatori. Per questo motivo, auspico che anche la Liguria si adegui nei tempi previsti chiarendo con propria normativa aspetti applicativi non ancora contemplati e semplificando il più possibile le procedure al fine di fornire un’adeguata attività di sostegno alle società sportive dilettantistiche”, conclude il deputato savonese.