Loano: verso l’intitolazione della “Piazza Capitanerie di Porto”

L’Amministrazione Comunale di Loano, guidata da Luigi Pignocca, ha LUIGI PIGNOCCA_DSC4607 2012 Orizz01approvato l’avvio delle procedure necessarie per l’intitolazione “Piazza Capitanerie di Porto” della piazza antistante la nuova sede dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Loano – adiacente al molo Francheville.

La richiesta di intitolazione, giunta dal Comandante dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Loano, si inserisce nell’ambito della ricorrenza del 150° anniversario dell’istituzione del Corpo delle Capitanerie di Porto. Per celebrarne la nascita, avvenuta nel 1865, è stato proposto l’evento legato alla toponomastica di Loano, città che ha storicamente rappresentato una realtà di grande rilievo marittimo: ne sono ad esempio il ruolo ricoperto dalla famiglia Doria nella sua storia, o i tanti giovani arruolati tra la gente di mare.

“Abbiamo accolto la richiesta del Comandante dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Loano – dice il Vice Sindaco di Loano, Remo Zaccaria – condividendo l’importanza di onorare il ruolo ricoperto negli anni dalle Capitanerie di Porto nella tutela della sicurezza della navigazione, della gente di mare e nella difesa dell’ambiente e del litorale.

La storia delle Capitanerie di Porto inizia ufficialmente con il Regio Decreto 20 luglio 1865, n.2438 che, in attuazione del Codice della Marina Mercantile del neonato Regno d’Italia, costituiva la nuova organizzazione mediante fusione del Corpo di Stato Maggiore dei Porti con i Consoli di Marina: corpo militare il primo, con attribuzioni di carattere tecnico riferite all’ambito portuale; corpo non militare il secondo, con attribuzioni principalmente amministrative, a loro volta eredi di diversi organismi militari e civili presenti negli stati preunitari.