Emergenza migranti, interrogazione Sel alla Camera; Quaranta: “Governo si attivi con la massima urgenza; sono stati rispettati accordi di Chambery tra Italia e Francia e Trattato di Schengen?”

È stata depositata oggi alla Camera un’interrogazione (**)  al Stefano Quaranta 01Ministro Alfano, al Ministro Gentiloni e al Ministro per gli Affari Regionali (attualmente vacante) per chiedere che si attivino con la massima urgenza per risolvere l’emergenza migranti a Ventimiglia.

Il deputato di Sel chiede ai Ministri interrogati perché, vista la situazione di emergenza umanitaria, non sia stato ancora aperto un centro di prima accoglienza con ambulatorio medico per visitare donne incinte e minorenni con spazio destinato ai mediatori culturali, e nel contempo, che si verifichi con la massima urgenza se sono stati rispettati gli accordi di Chambery tra Italia e Francia e Trattato di Schengen, dal momento che da giorni la frontiera francese è presidiata e i migranti non vengono fatti passare.

“Da settimane siamo spettatori silenziosi di un’emergenza umanitaria che risulta difficile credere possa accadere nella moderna e “accogliente” Europa – dichiara Stefano Quaranta, il deputato ligure di Sel primo firmatario  dell’interrogazione – è chiaro invece che l’accoglienza da parte di Francia e Germania è venuta totalmente a mancare, così come il rispetto dei trattato di Chambery e Schengen, le tristi immagini dei migranti respinti alla frontiera non hanno bisogno di ulteriori commenti. È chiaro – aggiunge il deputato di Sel – che il nostro Premier non riesce ad incidere in nessun modo, né a fare rispettare accordi già sanciti, e questo nonostante dichiari futuri piani B che risolveranno presto e bene l’emergenza migranti”.

 “Ad oggi è quanto mai urgente che resti aperto lo spazio nei locali della ex dogana, che sta dando rifugio a parte dei migranti – dichiara Quaranta – e che non sia solo temporaneo come invece annunciato. Come sarebbe opportuno che il governo mandasse aiuti economici e desse poteri autorizzatori al Prefetto di Imperia vincolati all’emergenza migranti”.

“Lascia sgomenti che l’emergenza che stiamo vivendo oggi sia la stessa di quattro anni fa – aggiunge Quaranta –  ancora una volta il governo si presenta impreparato e l’unica cosa che fa sono annunci, come quello del Ministro Gentiloni che racconta di una situazione in via di miglioramento, conclude Quaranta, al contrario secondo alcune Ong sarebbero in arrivo a Ventimiglia altri 500 migranti”.

Nei prossimi giorni il deputato di Sel sarà a Ventimiglia per incontrare volontari, migranti e personale istituzionale per collaborare con quanti stanno dando un aiuto concreto in queste drammatiche giornate.

(**) L’interrogazione è stata firmata da Stefano Quaranta, Celeste Costantino, Arturo Scotto, Nicola Fratoianni (deputati di Sel), Luca Pastorino (deputato Gruppo misto).