“Bellacoopia”: l’Istituto Ferraris Pancaldo premiato all’Expò

La festa finale per i ragazzi e le ragazze che hanno partecipato a acqualab (3)Bellacoopia è qui. All’Expò di Milano.
Legacoop Liguria, Coop Liguria e tutti gli altri sponsor privati e pubblici di questo concorso che insegna a creare una cooperativa sui banchi di scuola, hanno infatti deciso che quest’anno la manifestazione finale di presentazione dei progetti avvenisse all’interno della manifestazione mondiale di Milano.
E così con pullman provenienti da La Spezia, Genova, Savona e Imperia decine di studenti hanno potuto presentare le loro idee – molto concrete – di cooperative e poi tuffarsi alla scoperta di alcuni dei Paiglioni più interessanti.

“Bellacoopia è un progetto per le scuole che fa la differenza – commenta Tiziana Cattani, responsabile Attività Istituzionali, Settore Soci e Consumatori di Coop Liguria -. I ragazzi imparano a stare insieme, a cooperare, a conoscersi. Anche quest’anno gli insegnanti hanno appoggiato il percorso con grande entusiasmo e gli studenti hanno risposto con progetti che non hanno nulla di fantasioso e lasciano ben sperare in una reale applicazione sul mercato delle imprese.
Nel passato si è spesso ripetuto lo slogan Cooperare per Competere: questa generazione lo può fare con strumenti adatti ai tempi e Bellacoopia ne fornisce molti”.

Tra i sei progetti premiati, a Savona è stato prescelto quello dell’Istituto Ferraris Pancaldo, classe 5 C, con il progetto “Acqua Lab”. I ragazzi della cooperativa Acqua Lab hanno proposto la realizzazione di un servizio di controllo della qualità dell’acqua potabile al fine di aumentare la consapevolezza degli effetti sulla salute di un consumo eccessivo di nitrati, con attività d’informazione alimentare, incentrando la propria azione sull’uso dell’acqua potabile in ambito domestico.
Attraverso una simulazione, gli alunni – grazie all’uso del laboratorio della scuola – hanno potuto effettuare alcune analisi alle acque di un gruppo di “potenziali clienti” e hanno potuto effettuare controlli sulla durezza, il ph e sulla presenza di nitrati con l’utilizzo di uno spettrofotometro.
La cooperativa, inoltre, si è proposta di sviluppare attività di divulgazione, utili per una campagna sulla corretta alimentazione attraverso la realizzazione di un vademecum di buone pratiche.

Anche nell’ambito di questa ottava edizione di Bellacoopia – aperta alle classi 3ª, 4ª e 5ª delle scuole secondarie superiori della Liguria – le classi hanno potuto imparare le tecniche di gestione aziendale, scoprire la storia, l’organizzazione e i valori del movimento cooperativo. I giovani, grazie alla docenza di alcuni esperti, hanno acquisito le nozioni necessarie e poi, virtualmente, hanno fondato la propria cooperativa, scegliendo tra i compagni quelli più adatti a ricoprire vari ruoli: innanzitutto quelli rappresentativi ma anche l’economo e il responsabile delle relazioni esterne. Avviando inoltre una ricerca di fondi per finanziare il proprio progetto, stendendo un business plan ed infine producendo un piano di promozione e marketing per pubblicizzare la loro impresa.
Il piano marketing ora è cominciato sul serio. Alla vetrina internazionale dell’Expò di Milano.

Link intervista studenti: