Regionali Liguria, la mappa del voto ad Albenga

di Fabrizio Pinna – Con poche eccezioni parziali e prevedibili come quella degli ex Elezioni 2015 ALsindaci di Alassio e Zuccarello Marco Melgrati e Stefano Mai [NdR: vedi Corsara 1-6-2015 Regionali Liguria, centrodestra per Toti a Savona sfiora il 40 %; in Consiglio eletti Vaccarezza (FI), Mai (Lega), De Vincenzi (Pd) e Melis (M5S)] non hanno particolarmente brillato alle urne i candidati del comprensorio ingauno, inclusi quelli di Albenga città, tutti rimasti abbondantemente sotto il migliaio di voti, sfiorati solo dall’ex vicesindaco e consigliere provinciale Roberto Schneck (977 preferenze nella lista Liguria Cambia): molto distanti gli altri, dal presidente del consiglio comunale Alberto Passino 482 (lista Liguria) fino al giovane Matteo Consavella (Area Popolare) che ha ottenuto 139 preferenze.

Nella mappa del voto ad Albenga (Elettori 19.362 – Votanti 10.400, il 53,71%) emergono invece continuità e novità. Il M5S ha ormai scardinato il tradizionale asse centrodestra VS centrosinistra, creando nuovi scenari tripolari a geometria variabile. Il centrodestra domenica ha fatto il pieno di voti avvicinandosi – tra candidato presidente e liste – al 50 % dei consensi, con un sostanziale equilibrio all’interno della coalizione nei rapporti di forza tra Lega Nord (2.143 voti, il 24,58 %) e FI (1.921, il 22,03 %).

Distanze “abissali”, dunque, nei confronti sia del centrosinistra sia del M5S. Infine, secondo un trend che si è sempre più consolidato negli ultimi anni e tornate elettorali, nonostante i periodici maquillage tentati dai partiti il voto attratto dalla cosiddetta sinistra alternativa sembra divenuto ad Albenga ormai sostanzialmente marginale e residuale, in grado di coagulare solo poche centinaia di preferenze.

* Il riepilogo dei dati fornito dal sito del Ministero dell’Interno (http://elezioni.interno.it/)

Elezioni 2015 AL

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*