Punteruolo Rosso della palma, Governo adotta la risoluzione della Sen. Albano

Con i complimenti del viceministro alle politiche agricole alimentari e Donatella Albano 01forestali Andrea Olivero, è stata approvata in Commissione Agricoltura al Senato la risoluzione della Sen. Donatella Albano del Partito Democratico, in merito alle azioni di contrasto da adottare contro la diffusione del punteruolo rosso della palma.

“Il punteruolo rosso entra per la prima volta insieme alla xylella, alla mosca olearia e alla vespa velutina, nell’elenco degli agenti patogeni per i quali nel Documento di Economia e Finanza si prevede un rafforzamento del sistema fitosanitario nazionale” spiega la Albano, originaria della città delle Palme per eccellenza, Bordighera, “è un risultato importante perchè riconosce la necessità di incentivare gli strumenti a disposizione nella lotta al punteruolo, al fine di tutelare il valore paesaggistico delle aree italiane in cui sono presenti le palme”.

“Recentemente la Commissione Europea ha avviato una discussione sull’eventuale revisione delle misure di emergenza nell’ambito della sezione “Salute delle Piante” del Comitato permanente per le piante, gli animali, gli alimenti e i mangimi” continua la Albano “in Italia occorre sviluppare la ricerca al fine della ricostituzione di un nuovo equilibrio tra il punteruolo e relativi fattori biotici di controllo. Il Governo si è impegnato in particolare a istituire un protocollo di lotta integrata che tenga conto di tutte le tecniche finora messe a punto, a sostenere specifiche iniziative di ricerca nella lotta biologica, ad attuare un sistema di registrazione informatica e monitoraggio del fenomeno, per entità e localizzazione, anche al fine della raccolta dei dati necessari a ipotizzare una classificazione delle zone in funzione del livello di infestazione nonchè monitorare l’efficacia dei trattamenti adottati, e a costituire e mantenere una collezione di germoplasma ottenuto da palme non attaccate dal punteruolo, da conservare con arboreti specializzati”.