Fiorella Mannoia è la decima Fionda di Legno

fiorella

di Alfredo SgarlatoAlbenga. Consegnata la decima Fionda di Legno a Fiorella Mannoia, cantante tra le più raffinate e persona dal profondo e, soprattutto, genuino, impegno civile. La cerimonia, in un Teatro Ambra gremito di pubblico, si apre con la proiezione delle foto della campagna “Io sto con i leoni”, mentre i Gente de Ma, rinforzati da Raffaele Esposto al sax soprano, cantano “Il bimbo sul leone”, che guarda caso è stato il primo successo di Fiorella. Quindi, Mario Mesiano presenta la serata e Carla Migliardi recita un monologo dallo spettacolo “Ah, l’amore!”, dedicato alle donne, intitolato “Sally”. Vengono ricapitolate le Fionde precedenti, De Andrè e Don Gallo sono le più applaudite.

fiorella3Quindi Fiorella Mannoia sale sul palco e si racconta. Parla del proprio impegno civile, a partire dal disco “Sud”, ispiratole dalla lettura di un libro di Pino Aprile, da cui è partita per un discorso sulla condizione del sud del mondo. Le posizioni che esprime sono meditate e razionali, mai ideologiche. Quindi parla del proprio impegno a favore de L’Aquila, di come ha gestito lei personalmente i fondi raccolti e quanto si è dovuta scontrare con la burocrazia. Sale sul palco anche Franco Fasano, ormai immancabile alle manifestazioni dei Fieui, e canta la sua “Da fratello a fratello”, in tema con l’impegno sociale della Mannoia.

Anche Dori Ghezzi arriva a parlare della sua amicizia con Fiorella, dell’inizio di carriera della cantante come stuntwoman (prendeva gli schiaffi al posto di Monica Vitti), della simpatia della donna Mannoia (che di persona appare persino più giovanile che in foto, avrà scoperto l’elisir di lunga vita), delle esperienze condivise. Quindi siparietto con Fiorella che dovrebbe fingere di non voler cantare, quando è subito chiaro che non si fiorella2negherà ai suoi fans. Ovviamente la canzone scelta è “Quello che le donne non dicono”, accompagnata da Fasano al piano e dai Gente de Ma. Gran finale con tutti gli amici sul palco, i Fieui di Caruggi, l’insostituibile Bassa Manovalansa, i Gente de Ma cantano “Fiume Sand Creek” e poi Fiorella non si fa pregare e regala anche “Il cielo di Irlanda”. Bella serata e bella fiondata ben data.

* Foto di Gustavo Pippo; Galleria fotografica a cura dello Studio Fotografico Rossello – Albenga

1 Comment

  1. ….APPREZZO LA MANNOIA COME CANTANTE E COME DONNA…..MA SE DOBBIAMO PARLARE DI IMPEGNI NEL SOCIALE E NELLA RACCOLTA FONDI PER I MENO FORTUNATI…CREDO CHE GIOBBE COVATTA SIA DI GRAN LUNGA PIU’ “FIONDA” ….

I commenti sono bloccati.